Il metodo di studio migliore? Ecco qual è

Di Tommaso Caldarelli.

Una ricerca americana analizza i metodi più comuni utilizzati dagli studenti per imparare: si scopre che qualcosa non va

Il metodo migliore di studio: sei sicuro di averlo già? E se una ricerca mettesse in discussione alcune delle tue certezze? Uno studio della Kent State University, in Ohio, di cui ci parla la Cbs (uno dei principali siti di notizie americani) e uscita qualche tempo fa, va ad analizzare i principali metodi di studio utilizzati dagli allievi: e scopre che i più popolari sono anche i meno efficaci.

SCUOLA, ECCO LE NEWS

L'ANALISI - L'autore dello studio si chiama John Dunlosky, e afferma: "Sono rimasto sconvolto dal fatto che le strategie che gli studenti utilizzano più spesso - rileggere e sottolineare - forniscono benefici minimi alla loro capacità di apprendimento e alla loro performance". I metodi di studio analizzati dalla ricerca sono fra i più disparati: riassunti, sottolineature, memorizzazione verbale e fotografica, illustrazione ed argomentazione dei fatti da conoscere, e altri. Secondo lo studio, risulta che "i metodi meno efficaci per ottenere buoni voti sarebbero: i riassunti, le sottolineature, la memorizzazione tramite parole chiave, memoria fotografica e le riletture".

COME AVERE UN BUON METODO DI STUDIO

I RISULTATI - Sarebbero invece molto più efficaci "le esercitazioni su test pratici e il programma di studio scandito- il che significa rispettare un programma di studio spalmato su più giorni". Le scuole e i genitori, afferma il docente universitario, "spendono molti soldi in strumentazioni e programmi per migliorare i risultati dei propri figli, anche se non ci sono reali prove che i metodi funzionino realmente". La ricerca è stata molto approfondita, e ha incluso l'analisi delle "condizioni di studio" - ad esempio se fosse meglio lo studio solitario o di gruppo; l'età degli studenti, il pregresso livello di competenze, e i materiali utilizzati per preparare gli esami.