Mesopotamia: riassunto su Sumeri, Assiri e Babilonesi con foto

Di Chiara Casalin.

Riassunto sui popoli della Mesopotamia. Foto e appunti su Sumeri, Babilonesi e Assiri

MESOPOTAMIA: RIASSUNTO SU SUMERI, BABILONESI E ASSIRI

Mesopotamia” è il termine con cui gli antichi greci si riferivano alla fascia di terra nel Vicino Oriente situata fra i fiumi Tigri ed Eufrate; la parola infatti vuol dire “in mezzo ai fiumi”. La regione viene di solito suddivisa geograficamente in Alta Mesopotamia (la zona più a Nord, vicina all’Anatolia) e Bassa Mesopotamia (la regione più a Sud, che arriva fino al Golfo Persico). Oggi l'antica zona della Mesopotamia si trova in gran parte nel territorio dell’Iraq.

Focus: Riassunti e temi svolti: iscriviti al gruppo su Fb

Leggi anche: Approfondimento sulla Mesopotamia

A partire del IV millennio a.C. in questi luoghi sono nate le prime grandi civiltà della storia umana e, fra queste, le più importanti sono quelle dei Sumeri, dei Babilonesi e degli Assiri. Un primo motivo per cui questa zona ha visto lo sviluppo di queste civiltà è il fatto che la regione, compresa appunto fra due fiumi, ha permesso ai popoli che vi risiedevano di prosperare grazie allo sviluppo di sistemi di irrigazione. Il secondo motivo è che la conformazione per lo più pianeggiante del territorio ha favorito gli scambi commerciali.

I SUMERI: RIASSUNTO

Il popolo dei Sumeri si è insediato nella Bassa Mesopotamia intorno al 4000-3500 a.C. Molti studiosi affermano che prima di spostarsi in questa zona la popolazione sumera occupasse il territorio montuoso della Mesopotamia del Nord.

I Sumeri hanno inventato la scrittura cuneiforme e creato le prime grandi città-stato che si sviluppavano attorno alla ziqqurat (tempio religioso che rappresentava una sorta di monte sacro costituito da più gradoni sovrapposti) e al palazzo del potere statale. I Sumeri erano politeisti, veneravano cioè più divinità che avevano forme antropomorfe ed erano legate al mondo della natura. Il popolo sumero studiava e coltivava l’astronomia, l’astrologia e la matematica.

Leggi anche: Approfondimento sulla scrittura cuneiforme

Nel periodo che inizia intorno al 2900 a.C, detto periodo protodinastico, le città-stato rappresentano degli organismi indipendenti che regolano anche la vita delle tribù che si trovano intorno alle loro mura. Alcune delle città-stato più grandi e importanti sono quelle di Uruk, Larsa e Nippur. Uruk è arrivata addirittura ad avere una popolazione di circa 50.000 abitanti. Ogni città era governata da una dinastia e il potere era in mano ad un sovrano che costituiva il “rappresentante della divinità”.

Nel 2050 a.C. circa il re degli Accadi Sargon il Grande conquistò le città sumere e cambiò l’organizzazione del territorio che divenne un impero con un forte potere centrale. L’impero degli Accadi però durò poco. Nel 2190 a.C. essi vennero sconfitti dai Gutei. Nel 2050 a.C. l’impero sumero rinacque grazie alla dinastia di Ur ma agli inizi del II millennio la città sumere furono definitivamente annesse all’impero babilonese degli Amorrei.

Approfondimento sui Sumeri

I BABILONESI, RIASSUNTO

L’impero babilonese si affermò all’inizio del II millennio a.C. ed ebbe un periodo di grande splendore con il suo sovrano più famoso: Hammurabi. Il re espanse l’impero che arrivò ad occupare tutta la Mesopotamia centro-meridionale. Hammurabi creò un regno fiorente sotto la forma di una monarchia assoluta ed è conosciuto soprattutto per la creazione di una delle prime raccolte di leggi della storia, il codice di Hammurabi, che comprendeva 282 articoli riguardanti il diritto civile e penale ed introduceva la legge del taglione.

Leggi anche: Approfondimento sulla civiltà babilonese

L’impero babilonese è suddiviso in due epoche. La prima va dall’inizio del II millennio al 1531 a.C, quando Babilonia fu conquistata dai Cassiti e poi dagli Assiri nel 732 a.C. La seconda fase, quella dell’impero neobabilonese, inizia invece nel 604 a.C. con il re Nabucodonosor II che fece tornare il regno al suo splendore. L’impero neobabilonese finì nel 539 a.C. con la sua conquista da parte dei Persiani.

GLI ASSIRI: RIASSUNTO

Gli Assiri sono una popolazione di guerrieri che si era stabilita nell’Alta Mesopotamia . Il nome deriva dall’antica città di Assur.

A partire dal XIII secolo a.C. gli Assiri si espansero assoggettando al proprio impero tutta la Mesopotamia ed arrivarono a conquistare le zone fino all’Egitto e al Golfo Persico, imponendo il loro controllo sul Vicino Oriente. Le città più importanti del loro regno furono Assur e Ninive. L’impero assiro cadde alla fine del VII secolo a.C. sotto l’attacco dei Babilonesi e dei Medi.

Approfondimento sul popolo degli Assiri