Medicina, Specializzazioni: nuovo regolamento del Miur. Le reazioni

Di Valeria Roscioni.

Bando Test Specializzazioni Medicina e cambiamenti nel regolamento: le scelte del Ministero per il concorso non convincono

SPECIALIZZAZIONI MEDICINA: NUOVO REGOLAMENTO DEL MIUR PER IL TEST DEL CONCORSO. Il bando per il nuovo concorso per l’Accesso alle Scuole di Specializzazione in Medicina era atteso per la fine di febbraio. In realtà alla fine del mese il Ministero si è preso un po' più di tempo e ha reso noto in un comunicato che sia il regolamento che il bando stesso verranno pubblicati entro aprile e, intanto, ha anticipato alcune novità che verranno introdotte. Dopo le dichiarazioni con cui il Ministro Giannini aveva promesso il bando entro febbraio e i test entro aprile, questo annuncio ha lasciato molti aspiranti specializzandi piuttosto interdetti per diverse ragioni.

Da non perdere: Specializzazioni Medicina: col nuovo regolamento il vecchio concorso è da abolire?

MEDICINA: IL NUOVO CONCORSO PER LE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE NON SODDISFA. Alcuni, infatti, non hanno apprezzato questo slittamento di date. La maggior parte dei diretti interessati, però, non ha badato al calendario dando molto più peso al concorso stesso. “Non mi pare che siano stati migliorati i criteri e le modalità del concorso. Non facciamo la corsa del ciuccio a volere subito il bando tenendoci poi le stesse problematiche del concorso 2014” ha commentato Franesco B. il cui pensiero rispecchia quello di coloro che vorrebbero che il bando per le Scuole di Specializzazione in Medicina fosse profondamente diverso da quello che lo scorso anno ha causato una valanga di ricorsi. I futuri partecipanti chiedono a gran voce che vengano modificati i criteri di gestione della aule e quelli di revisione dei curriculum dei partecipanti.

Specializzazioni Medicina in corsia: la bozza delle Regioni è incostituzionale?

SPECIALIZZAZIONI MEDICINA: COSA CHIEDONO GLI ASPIRANTI SPECIALIZZANDI? Di questo tipo di novità, però, nel comunicato del Miur non c’è traccia. Si parla invece del fatto che in candidati potranno “concorrere per un massimo di 3 tipologie di Scuola” (invece delle sei previste l’anno passato). La dicitura ha lasciato molti piuttosto interdetti sa perché non risulta chiarissima, sia perché ha riaperto la delicata questione della Graduatoria Unica Nazionale per le Specializzazioni in Medicina. Esiste infatti un nutrito gruppo di aspiranti specializzandi secondo cui in Italia dovrebbe accadere la stessa cosa che succede, per esempio, in Spagna: chi arriva prima sceglie scuola e sede.

Per saperne di più: Specializzazioni Medicina: il regolamento per la seconda prova Nazionale

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE MEDICA: PROTESTE AL VIA. Il risultato è che le decisioni e i cambiamenti anticipati dal Ministero non sembrano affatto aver calmato gli animi. Sul gruppo Facebook 12Mila Borse di Studio, infatti, è comparso un nuovo appello in cui coloro che hanno partecipato al concorso per le Specializzazioni Mediche dello scorso anno chiedono un confronto. “Vogliamo un tavolo per discutere le soluzioni! Vogliamo che il Ministro ci ascolti adesso! E siamo pronti a sederci al tavolo per chiedere e ottenere quello che abbiamo scritto: 1- Diritto alla formazione per tutti, con un maggior numero di contratti 2- Concorso a graduatoria unica e rispecchiante il merito 3- Tutela dei concorrenti del 2014” Si legge nel post in cui i gestori della pagina invitano tutti i colleghi ad unirsi nella protesta.

Non perdere neanche un aggiornamento: iscriviti al gruppo su Facebook!