Come diventare media planner: la storia di Daniele

Di Marta Ferrucci.

Mi presento: sono Daniele Durante ho 27 anni, vivo a Milano, sono laureato in Scienze della Comunicazione ed ho iniziato a lavorare nel mondo della pubblicità presso MTV, poi sono approdato a Studenti MediaGroup ed oggi lavoro per una agenzia di comunicazione (centro media per gli addetti ai lavori) internazionale con soddisfazione e grande passione

COME DIVENTARE MEDIA PLANNER: LA STORIA DI DANIELE - Mi occupo di Media Strategy e Media Planning, ovvero creo e sviluppo piani di comunicazione pubblicitaria per lanciare un prodotto o dare visibilità ad un Brand. Per fare questo lavoro ci vuole conoscenza del mercato pubblicitario, sensibilità comunicativa e passione per ciò che fai.

Quando si pensa alla pubblicità a tutti vengono in mente fantastici spot con ambientazioni da sogno, donnine semi svestite pronte a promuovere il nuovo ammorbidente o la nuova acqua oligominerale. Ma basta solo l'idea a rendere una campagna di successo? Quando una campagna è di successo: quando piace al pubblico o quando favorisce le vendite che è il suo vero obiettivo? La risposta è la seconda, anche se uno spot gradevole fa sempre piacere a tutti.

Lavoro per Media planner - Tante opportunità nel CercaLavoro

MEDIA PLANNER, COSA FA - Il Media Planner è "lo stratega" che cerca di veicolare quel messaggio di riferimento studiando il mercato pubblicitario e i vari audience che affollano i Media.

Nello specifico finora mi sono occupato di pianificazioni pubblicitarie su internet, un nuovo filone pubblicitario che sta facendo registrare ogni anno incrementi del proprio fatturato totale pari al 100%.

La pubblicità in internet non è solo banner invadenti, ma soprattutto progetti e minisiti dedicati che intrattengono l'utente e permettono una forma di pubblicità realmente interattiva che crea un dialogo tra il brand e gli utenti.

Laurea in Scienze della comunicazione: gli sbocchi nella pubblicità

Il Media Planner online dopo aver ricevuto un brief riguardo la campagna da promuovere, deve stabilire quali strumenti e su quali canali promuovere la comunicazione del cliente.

Queste sono le due vere chiavi di volta del successo di una campagna ADV nel web. Gli strumenti sono vari: dalla semplice banneristica a giochi on line, concorsi, direct e-mailing, keyword advertising sui motori di ricerca, SEO. Ognuno di questi tools offre delle sfumature diverse che un planner deve cogliere ed ottimizzare.

La scelta dei canali, che in internet sono i siti, è strategica poiché ogni prodotto da promuovere ha un consumatore tipo a cui si rivolge, quindi nella selezione, il buon planner grazie alle sue conoscenze del mercato dell'internet advertising, dovrà scegliere quei canali dove è presente il profilo del consumatore tipo ricercato.

Le scuole di formazione per la Comunicazione, Pubblicità e turismo

La forza del media internet è che offre audience decisamente targetizzabile ed individuabile: esistono siti per donne o per uomini, per giovani, per appassionati di calcio, basket, taglio e cucito etc etc, tutti con specifiche caratteristiche peculiari e intrinseche.

Il bello, ma anche il brutto per certi versi, di questo lavoro è che puoi avere da subito i risultati della campagna da te pianificata. Internet spietatamente ci permette di sapere dopo poche ore se il messaggio pubblicitario è recepito, se cattura l'attenzione degli utenti e a sua volta offre la possibilità di correggere subito il tiro, instaurando un dialogo virtuale con l'estroso e variopinto mondo degli internauti.