Controllo utente in corso...

Svolgimento traccia saggio breve socio-economico prima prova maturità 2013

Saggio breve su Stato, mercato e democrazia. Svolgimento per la prima prova della maturità 2013

di Marta Ferrucci 19 giugno 2013

Ecco lo svolgimento del saggio breve per l'ambito socio-economico per la prima prova della maturità 2013. Le tracce erano brani di Rajan, Krugman, Zingales e Pirani.

In che modo dovrebbero convivere economia e politica? E in quale, ancora, Stato e mercato? Di questo, ormai, si discute da anni senza essere arrivati, ancora, ad una vera e propria soluzione. Si va dai sostenitori di una materia a quelli di un'altra per finire tra le congetture di chi nega qualsiasi convivenza fino a passare sopra, anche, all'idea di Stato Sociale.

Sul fatto che lo Stato debba agire, sempre e comunque, per il bene dei cittadini sono d'accordo tutti. I dubbi e le controversie nascono, come sempre, tra la teoria e la pratica.


tema svolto ambito socio economico prima prova maturità 2013Per raggiungere il fine ultimo bisognerebbe seguire, invece, la stessa traiettoria. L'economia, infatti, dicono in molti, non dovrebbe mai voltare le spalle alla politica: prendere iniziative private non giova a nessuno. Il mercato libero non sembra essere la risposta migliore per combattere la crisi. A questo proposito è fondamentale la dichiarazione dell'economista Paul Krugman: “Concentrarsi sul lungotermine significa ignorare l’enorme sofferenza che sta causando l’attuale depressione, le vite che sta distruggendo irreparabilmente […] Se i lavoratori che hanno perso il posto da tempo si considerano inoccupabili, si determina una riduzione a lungo termine della forza lavoro”.

La visione di cui parla, tanto occidentale quanto orientale, nuoce alla popolazione in quanto come dice Krugman finisce per creare, a lungo termine, solamente la disoccupazione. Lungimirante, Thomas Hobbes, aveva scritto, in “Contratto Sociale” che le regole, se si vuole vivere bene, servono. L'economista e giornalista Mario Pirani, analizzando le tappe del capitalismo si sofferma sull'ultima, a noi attuale: il connubio tra democrazia e capitalismo, meglio conosciuta come capitalismo finanziario. Tale tappa avrebbe procurato una liberazione dei capitali dannosa per l'equilibrio economico-politico.


Tutto ciò avviene nell'era della globalizzazione e la velocità che la contraddistingue non fa che aggravare la situazione. Dalla fase attuale si può uscire solamente prendendone atto e mobilizzandosi per dare inizio ad una nuova e, si spera, ultima tappa, ovvero, quella della democrazia del benessere.

Tutta la prima prova

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

11
Commenti

Pagina 1 di 2:
1 2 > »
milian1 mercoledì, 19 giugno 2013

indecisione

Anche io questa mattina ho deciso di svolgere questa traccia..in merito alla democrazia ho citato tra le altre cose anche Popper potrebbe andare?

n° 7
Pietro mercoledì, 19 giugno 2013

Erroraccio

Già partendo con Thomas Hobbes che scrive il Contrat Social..

n° 6
Gambadilegno mercoledì, 19 giugno 2013

R: Erroraccio

> Già partendo con Thomas Hobbes che scrive il Contrat Social..

...magari il "Social Contract", grazie a Dio era Inglese e non francese...

Puccio mercoledì, 19 giugno 2013

E le scelte dei conservatori?

Io ho accennato, come elemento di rottura degli equilibri posti dal socialismo, l'avvento delle politiche conservatrici degli anni ottanta di Inghilterra ed America, elevando ad esempio massimo di grande gruppo finanziario schiacciatore della democrazia di un paese (mi sembra era l'ultimo pezzo) quello dell'Italia dagli anni novanta ad oggi; poi ho abbassato il tiro usufruendo degli spunti del 2° e 3° articolo per trattare della sottile linea che intercorre tra interessi popolari e quelli dei grandi gruppi industriali.
Il primo articolo mi è servito invece per spiegare come si senta il bisogno di approdare ad una politica "buonista" che sappia conciliare al meglio i due elementi divergenti.

n° 5
Salvatore mercoledì, 19 giugno 2013

interessante

secondo me invece questo saggio breve azzecca del tutto il tipo di traccia cui si stava andando incontro.... democrazia , stato e mercato... stamattina ho scelto anche io di fare il saggio breve su questo argomento e ho trattato in modo piu specifico il tema riguardante la crisi citando solamente krugman

n° 4
Puccio mercoledì, 19 giugno 2013

R: interessante

Ma non bisogna citare tutti gli articoli a disposizione o sbaglio?

LORENZO da Perugia mercoledì, 19 giugno 2013

Neanche tre colonne

Con uno svolgimento del genere era meglio cambiare traccia.....
Io ho anche tirato in ballo Marx e l'ho collegato al pezzo in cui Pirani condanna l'economia politica del socialismo, inoltre ho anche parlato di come le teorie economiche debbano anche tenere conto delle esigenze sociali del paese: una manovra finanziaria infatti non può basarsi solo su aride formule matematiche o indagini statistiche, bisogna anche prendere in considerazione le condizioni in cui il popolo di quello stato versa.

n° 3
Chiudi
Aggiungi un commento a Svolgimento traccia saggio breve socio-economico prima prova maturità 2013...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 2:
1 2 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.19 alle 09:01:45 sul server IP 10.9.10.177