Maturità, indagate 14 persone per diplomi facili

Scoperta una organizzazione che vendeva diplomi di maturità in tutta Italia a studenti in difficoltà con gli studi, chiedendo l'iscrizione a un istituto paritario di Cassino

di Barbara Leone 1 agosto 2012
La Digos di Frosinone, grazie all'operazione "Todos Caballeros", ha scoperto una vera e propria organizzazione che offriva la possibilità di prendere il diploma senza studiare. Ora 14 persone sono indagate con l'accusa di truffa aggravata in concorso ai danni dello Stato. Gli investigatori, coordinati dalla procura di Cassino, hanno scoperto un giro di affari che permetteva a studenti privatisti di conseguire il diploma di maturità pagando ingenti cifre di denaro. Si parla anche di somme che vanno dai 6.000 ai 12.000 euro per un diploma.

SEI PIU' ADATTO ALL'UNIVERSITA' O AL LAVORO? SCOPRILO QUI >>

diploma_soldiLe indagini sono durate circa un anno ed hanno interessato varie città italiane, tra cui Cassino, in provincia di Frosinone. Proprio a Cassino sono stati indagati i presidi ed i responsabili di 2 istituti paritari che avrebbero "venduto" i diplomi. L'organizzazione alle spalle di questi "diplomi facili" agiva, comunque, in tutta Italia.

DIPLOMA E POI? TUTTE LE NOVITA' SULLE ISCRIZIONI ALL'UNIVERSITA' >>

Nel corso della conferenza stampa, il Dirigente della Digos, Cristiano Bertolotti, ha spiegato come sono andate avanti le indagini e cosa gli investigatori hanno scoperto: "L’attività investigativa, durata circa un anno, è nata proprio a seguito di un monitoraggio che abbiamo effettuato incrociando i dati relativi all’incremento del numero di residenze, nel breve periodo novembre 2010 – luglio 2011, ed il numero di diplomi conseguiti nello stesso periodo. Qualcosa non quadrava: le residenze erano aumentate così come il numero dei diplomi. L’organizzazione riusciva a far conseguire «facili» diplomi di maturità dietro il pagamento di ingenti somme di denaro che andavano dai 6 mila ai 12 mila euro, a seconda del reddito familiare dei singoli maturandi”.

LA SCIMMIA, PRENDI IL DIPLOMA IN TV >>

In pratica questa organizzazione rintracciava gli studenti che si rivolgevano agli istituti paritari per recuperare qualche anno di studio o prendere il diploma come privatista e offriva loro la possibilità di conseguire il diploma senza studiare. Perché questo fosse possibile, però, gli studenti dovevano prendere la residenza nella città di Cassino ed iscriversi ad uno dei due istituti coinvolti.

IMMATRICOLAZIONI UNIVERSITARIE: SCOPRI DATE E SCADENZE >>

E continua il racconto del capo della Digos: “La residenza veniva data presso istituti religiosi, ignari di ciò che stava succedendo ed estranei alle indagini. I diplomi conseguiti in questo modo sono stati in totale 34 ma l’operazione prosegue per verificare la presenza di ulteriori diplomi conseguiti. Ad usufruire sono stati sia cassinati che studenti provenienti da diverse città d’Italia quali Cuneo, La Spezia, Milano, Pistoia, Torino, Treviso, Trieste e Verona”.

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Maturità, indagate 14 persone per diplomi facili...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.10.23 alle 23:55:23 sul server IP 10.9.10.105