Controllo utente in corso...

Borse di studio di 10.000 mila euro per gli studenti migliori

La Fondazione per il merito, nata dalla collaborazione del Ministero per la Pubblica Istruzione con il dicastero dell'Economia, ha istituto un concorso per gli studenti meritevoli che si iscriveranno all'università nel 2012. Dal prossimo anno, infatti, le borse di studio saranno assegnate in base al merito, indipendentemente dal reddito

di Valentina Vacca 31 agosto 2011
Prenderà il via nel 2012 l'iniziativa finalizzata all'erogazione di tante borse di studio della Fondazione per il merito dedicata ai ragazzi che si iscriveranno l'anno prossimo all'università.

Un ateneo in ciascuna regione italiana effettuerà le selezioni in base alle quali verranno assegnate le borse di studio, e tutti gli studenti matricole, versando un contributo di 5 euro, vi potranno prendere parte. Il fine dell'iniziativa è quello di sostenere gli studenti meritevoli a prescindere dal loro reddito, quindi a differenza delle classiche borse erogate dagli enti per il diritto allo studio, ciò che conta in questa selezione è solamente il merito universitario.

studenti_masterLe selezioni si svolgeranno a luglio 2012, quindi circa un mese prima rispetto alle date dei test d'ammissione all'università; le prove del concorso non verteranno sui programmi scolastici ma su conoscenze di base, quesiti di logica e comprensione del testo. La votazione minima della maturità per poter partecipare alle selezioni sarà di 80/100.

Tuttavia non si è ancora a conoscenza delle modalità esatte d'accesso alla prova; è però possibile che la borsa da 10 mila euro per le matricole verrà messa a disposizione solamente per gli studenti che sceglieranno di iscriversi in un ateneo differente dalla loro regione di residenza. Per mantenere la borsa gli anni successivi sarà necessario essere in corso e avere una media del 27. Ma secondo l'associazione studentesca Rete della Conoscenza dopo il 1° anno le borse di studio si trasformeranno in un prestito d'onore, ovvero in una forma di indebitamento per gli studenti.

E' giusto che le borse di studio vadano solo ai più bravi, indipendentemente dal reddito?

home_facebook_1
E resta aggiornato su tutte le notizie
ed i servizi di Studenti.it



Caricamento in corso: attendere qualche istante...

26
Commenti

Pagina 1 di 2:
1 2 > »
Rob giovedì, 8 settembre 2011

Assolutamente giusto

Non metto in dubbio il fatto che persone con reddito basso abbiano potuto studiare grazie alle borse di studio, ed è una cosa bellissima, ma a mio parere ogni tanto serve che si premino i meritevoli. Io purtroppo con questa cosa mi ci sono scontrata tante volte, avrei potuto partecipare nel corso della mia carriera scolastica a tantissimi progetti fantastici, ai quali ero perfettamente idonea, ma che non ho potuto quasi nemmeno prendere in considerazione per i costi elevati. La mia famiglia non è ricca, non abbiamo milioni di euro da spendere all'anno come se fossero centesimi, eppure è considerata una famiglia ad alto reddito, cosa che mi esclude SEMPRE dalle borse di studio: ho dovuto rinunciare a parecchie cose per questo, oppure ho dovuto far fare sacrifici alla mia famiglia per un po' per pagarmi scuola e corsi vari mentre persone decisamente peggiori di me andavano tranquille tranquille con le loro borse di studio. Non voglio fare di tutta l'erba un fascio, ma sono contenta che ci sia ogni tanto qualche borsa di studio per merito e non per reddito, perchè come ci sono persone studiose e attente che sono povere e non possono pagarsi gli studi o i progetti e quindi vengono aiutate, ci sono persone identiche che però essendo leggermente più agiate vengono ignorate. Spero vivamente di prendere 80 e riuscire ad avere per una volta questa benedetta borsa di studio.

n° 7
Simone mercoledì, 7 settembre 2011

Giustissimo

Sono d'accordissimo!!! Io per primo sono uno studente universitario con una media superiore al 29... ma purtroppo, per una casuale combinazione di fattori, la mia famiglia possiede una certa quantità di terreni (che ovviamente non ci aiutano a pagare la retta) che portano il nostro valore ISPE oltre quello consentito e per questo, solo per questo, sebbene la mia media sia quasi del 30, non ho diritto a nessuna borsa di studio che possa definirsi tale... non si possono dare borse di studio solo a chi ha reddito basso, considerando solo (o comunque soprattutto) il reddito, è solo il merito che deve guidare questa assegnazione, senza distinzione sulla base del reddito, e chi davvero si impegna e merita, sarà ricompensato... solo questo è il modo per riportare in auge (almeno per cominciare) la meritocrazia nel nostro paese...

n° 6
luitt venerdì, 2 settembre 2011

devono pagare tutti

Ma chi ha un reddito basso paga comunque il minimo di tasse.Se vuole prendere la borsa di studio studia di più,secondo me è giusto.Secondo me quando si va all' Università si usufruisce di un servizio ed i servizi si pagano, non è giusto avere le Università completamente gratis.Certo sono contraria alle tasse che pagano all' estero, ma 500 euro, 1000 euro all' anno una persona che vuole laurearsi è giusto che le paghi e che le paghino tutti.Aggiungo, sono contraria anche alle borse di studio completamente gratuite, secondo me dopo laureati quando si inizia a lavorare sarebbe giusto restituirle, alimentando il fondo per finanziare lo studio di altri studenti meritevoli, che a loro volta dovranno restituire la somma presa in prestito.Certo senza nessun interesse.Prendo 10 e restituisco 10.Secondo me chi poi si laurea e grazie alla laurea prende un lavoro e guadagna è ingiusto che lo faccia in maniera completamente gratuita.Altrimenti sarebbe meglio inserire una tassa sulla laurea.

n° 5
Attilio venerdì, 2 settembre 2011

R: devono pagare tutti

> Ma chi ha un reddito basso paga comunque il minimo di tasse.Se vuole prendere la borsa di studio studia di più,secondo me è giusto.Secondo me quando si va all' Università si usufruisce di un servizio ed i servizi si pagano, non è giusto avere le Università completamente gratis.Certo sono contraria alle tasse che pagano all' estero, ma 500 euro, 1000 euro all' anno una persona che vuole laurearsi è giusto che le paghi e che le paghino tutti.Aggiungo, sono contraria anche alle borse di studio completamente gratuite, secondo me dopo laureati quando si inizia a lavorare sarebbe giusto restituirle, alimentando il fondo per finanziare lo studio di altri studenti meritevoli, che a loro volta dovranno restituire la somma presa in prestito.Certo senza nessun interesse.Prendo 10 e restituisco 10.Secondo me chi poi si laurea e grazie alla laurea prende un lavoro e guadagna è ingiusto che lo faccia in maniera completamente gratuita.Altrimenti sarebbe meglio inserire una tassa sulla laurea.

"non è giusto avere le Università completamente gratis"?
"1000 euro all' anno una persona che vuole laurearsi è giusto che le paghi e che le paghino tutti"??
DIO SANTO, MA LO SAI DI CHE COSA STAI PARLANDO??? HAI MAI SENTITO PARLARE DEL COSIDDETTO "DIRITTO ALL'ISTRUZIONE" (QUESTO SCONOSCIUTO!) O LA GELMINI E' RIUSCITA A FARE UN LAVORO DAVVERO IMPECCABILE NEL FAR RESTARE IGNORANTI LE NUOVE GENERAZIONI???? IO L'UNIVERSITA' LA PAGO GIA' CON LE TASSE, COSI' COME MI PAGO IL LICEO E TUTTO QUEL CHE C'E' PRIMA!!!!! TU PARLI ADDIRITTURA DI RESTITUIRE LE BORSE DI STUDIO CHE SE NON LO SAPESSI, E NON LO SAI, SONO NATE PER PERMETTERE AGLI STUDENTI MERITEVOLI CHE NON POTEVANO PERMETTERSELO DI PROSEGUIRE GLI STUDI, E COME SE NON BASTASSE DICI CHE CHI ALLA FINE, DOPO AVER STUDIATO 5 ANNI, DATO CHISSA' QUANTI ESAMI E PRODOTTO UNA O 2 TESI, RIESCE A LAUREARSI DOVREBBE PURE PAGARE PER IL FATTO DI ESSERSI LAUREATO????? I CASI SONO 2, ANZI 3: O LA PENSI ESATTAMENTE COME ME E COME LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI IN ITALIA ED HAI SCRITTO QUESTO COMMENTO SOLO PER METTERE IN CATTIVA LUCE CHI PORTA LE IDEE CHE HAI ESPOSTO; O SEI UNA BAMBINA DI 12-13 ANNI CHE NON HA ANCORA IL CICLO E QUANDO NON CIATTA CON LE AMI"K"ETTE GUARDA STUDIO APERTO O LE WINX E CHE BASA LE PROPRIE CONOSCENZE SUL MONDO PROPRIO SULLE (DIS)INFORMAZIONI OTTENUTE GUARDANDO QUEL PROGRAMMA DI GOSSIP CHE SI FA CHIAMARE "TG" E SI METTE A PARLARE DI COSE CHE NON SA; O, LA PEGGIORE DI TUTTE, SEI UNA FIGLIA DI PAPI PIENO DI "SGHEI" CHE VIVE NEL SUO MONDO DI "MATRIX" ASSOPITA COME IL RESTO DELLA SUA FAMIGLIA DAL TORPORE MEDIATICO DI "SIRE NOSTRO CHE E' IN THE SKY" ALIAS "LO PSICONANO PIDUISTA MASSONE MAFIOSO VATICATTOFASCISTA" ED E' LA VERA ROVINA DEL NOSTRO BELPAESE, NON LUI MA VOI, NON I PADRONI MA I SERVI COME TE CHE PERMETTONO LORO DI ESISTERE E DI SDODMIZZARE ANCHE NOI CHE LI RICONOSCIAMO PER QUEL CHE SONO!!!!!!!!!! SE PENSO ALLE MIGLIAIA DI PARTIGIANI CHE HANNO COMBATTUTO ED A TUTTI QUELLI CHE SONO MORTI PER DARE A GENTE COME TE LA LIBERTA' DI PENSARE, PARLARE E SCRIVERE QUESTE COSE MI VIEN VOGLIA DI ANDARE A PICSIARE SULLA TOMBA DI QUEL FRANCESE CHE DURANTE LA RIVOLUZIONE HA DETTO: "non condivido le tue idee ma darei la vita perché tu possa esprimerle"

luitt sabato, 3 settembre 2011

R: R: devono pagare tutti

Cocco, per me diritto allo studio significa che tutti devono poter studiare, TUTTI.Quindi le tasse devono essere basse per TUTTI, se non lo sapessi in genere studiare all' Università costa 9.000.000 euro all' anno di tasse, e se non stiamo attenti è questo che vogliono fare dando la borsa a qualche meritevole.Io invece voglio che con 500 euro all' anno possano studiare tutti, a me per il c...o non mi prende nessuno.Fatevi prendere per il c...o da chi vuole le borse di studio in modo da poter studiare loro e fare alzare le tasse agli altri.Se sono la sola a pensarla così, spero solo di sbagliarmi,ma se succederà che alzano le tasse per dare le borse ai cosiddetti meritevoli ........sono c...i.

Attilio sabato, 3 settembre 2011

R: R: R: devono pagare tutti

Sei di gran lunga più stupida di quanto pensassi, se proprio ci tieni passo a smontarti un pezzo alla volta il tuo discorso:

> Cocco, per me diritto allo studio significa che tutti devono poter studiare, TUTTI.

Se fosse davvero così, difenderesti il modello d'istruzione dei paesi come Cuba, dove dalla 1^ elementare fino alla laurea NON PAGHI UN PESO PER STUDIARE in quanto è lo stato stesso a pagare a tutti, TUTTI, garantendo in vero diritto allo studio, basti pensare che a Cuba ci sono troppi medici e mancano invece gl'infermieri, questo perché potendo studiare medicina fino in fondo senza far dipendere il proprio percorso dal proprio stato economico quasi tutti scelgono di diventare medici e nessuno si ferma prima per diventare infermiere.

> Quindi le tasse devono essere basse per TUTTI, se non lo sapessi in genere studiare all' Università costa 9.000.000 euro all' anno di tasse, e se non stiamo attenti è questo che vogliono fare dando la borsa a qualche meritevole.

9 MILIONI DI EURO ALL'ANNO??? OK, ammetto che non lo sapevo, mi hai aperto gli occhi... E pensare che io ho sempre pagato meno di 1000 € all'anno, contando anche le tasse rimborsatemi per aver sempre mantenuto una media sopra il 27, ma si vede che studiavo su un altro pianeta!!! TSK

> Io invece voglio che con 500 euro all' anno possano studiare tutti, a me per il c...o non mi prende nessuno.

Io invece voglio che tutti possano studiare GRATIS, non è un'utopia dal momento che ti ho fatto un esempio poco sopra e non è neanche l'unico; certo, poi bisogna vedere chi, non dovendo dividersi fra lo studio ed il lavoro perché non deve mantenersi all'università, studia davvero e sta in pari con gli esami e chi, al contrario, cazzeggia solo per fancazzismo, e questi individui andrebbero ovviamente trattati diiversamente in quanto si fanno beffe del diritto allo studio che verrebbe loro concesso in questo modo.

> Fatevi prendere per il c...o da chi vuole le borse di studio in modo da poter studiare loro e fare alzare le tasse agli altri.

Deficiente di un'oca cretina col cervello da gallina demente che non sei altro (detta col tono di chi disprezza l'intelocutore più di qualsiasi altra cosa): se sono riuscito a laurearmi è perché fin dal liceo mi sono sempre impegnato nello studio ottenendo ottimi risultati, così ho potuto usufruire sia di borse di studio che di rimborsi delle tasse universitarie senza i quali non sarei riuscito a completare il mio percorso di studi; ma non so neanche perché sto qui a discutere con te, i discorsi che fai non hanno né capo né coda, credo davvero che tu sia una "bimbaminKia" che frequenta al massimo le medie inferiori e quindi non sa né può sapere di che cosa sta parlando, producendo di conseguenza sproloqui privi di logica...

> Se sono la sola a pensarla così, spero solo di sbagliarmi,ma se succederà che alzano le tasse per dare le borse ai cosiddetti meritevoli ........sono c...i.

Non so da dove cazzo hai tirato fuori il collegamento fra le tasse e le borse di studio, farà parte del tuo delirio in preda alle allucinazioni, mi pare ovvio che non sarebbe sensato prendere i soldi delle borse di studio dall'aumento delle tasse universitarie, ma questa è solo una tua fantasia che, come tutti i tuoi discorsi, non sta né in cielo né in terra e non è quindi degna di attenzione.

P.S.: se vorrai tornare a farti sputtanare da me io ci sarò ^_^

Alex giovedì, 1 settembre 2011

meglio che veline e calciatori...

Per me -pur tra mille limiti- sarebbe un segnale che studiare non è cosa da "perdenti". Pensate a orridi programmi tv tipo "la pupa e il secchione", (dove le pupe alla fine risultavano simpatiche, i secchioni erano invece solo oggetto di derisione, alla non-gli-somiglio-per-niente). Pensate alle trasmissioni in tv sui "tamarri", al Rubygate, ai ricercatori che fuggono all'estero.
Mentire sul reddito è facile, falsificare voti ed esami un po' meno (è anche più facile smascherare il truffatore). Non stiamo parlando di figli di multimiliardari, ma magari di gente che s'impegna e viene derisa dai compagni un po' bulli, anche loro ricchi "figli di papà". La meritocrazia non è né di destra né di sinistra.
Persino il "cerca-hostess" di questo blog, da strumento per avere un utile lavoretto domenicale, sembra convertito al "velinismo": studentesse che si mostrano in costumi da bagno che non lasciano spazio all'immaginazione (non basta un bel sorriso per far capire che sei carina?); suggerimenti su come copiare i compiti, su come fregare il prof. all'esame... non stupiamoci se poi i datori di lavoro snobbano le migliaia di "laureati con 110 e lode". Certo, nell'Italietta ci sarà sempre l'imbroglione, ma conosco dei/delle piccoli/e geni/e che si fanno un mazzo così tra università e lavoro, ed è sorprendente la media dei voti che hanno... perché non premiarli?

W la meritocrazia (pagata bene, non a parole!)

n° 4
vicky16 mercoledì, 31 agosto 2011

è ingiusto!

Non è assolutamente giusto che vadano solo ai meritevoli, esistono persone che purtroppo hanno i genitori con problemi economici ma che pur non avendo magari un rendimento altissimo vogliono comunque frequentare una buona università.

n° 3
Chiudi
Aggiungi un commento a Borse di studio di 10.000 mila euro per gli studenti migliori...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 2:
1 2 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.23 alle 13:50:16 sul server IP 10.9.10.176