Esame Maturità: come fare riscorso al Tar

Alla Maturità sei stato bocciato o hai preso un voto troppo basso? Se vuoi convincere la commissione a cambiare idea puoi fare ricorso

di Barbara Leone 3 luglio 2014
MATURITA': IL RICORSO PER IL VOTO O PER LA BOCCIATURA:  Se pensi di non meritare la bocciatura o che la commissione abbia commesso un'ingiustizia nei tuoi confronti assegnandoti un determinato voto alla fine dell'Esame di Maturità, potresti decidere di presentare ricorso per avere la possibilità di sostenere di nuovo l'esame o ribaltare il risultato deciso dalla commissione. Ovviamente se non ci sono prove oggettive dell'ingiustizia subita, sarà difficile che il ricorso possa essere accettato; ma se, al contrario, ci sono prove di una valutazione non obiettiva da parte della commissione ed una disparità di trattamento rispetto agli altri candidati, allora la strada del ricorso potrebbe essere quella giusta.

Leggi anche: Maturità 2014: è tempo di ricorsi


Ricorso Esame di MaturitàRICORSO ESAME MATURITA': LA CASISTICA. Non sempre, infatti, è semplice dimostrare che il giudizio della commissione è sbagliato. Il Tar difficilmente può giudicare la "discrezionalità tecnica" della commissione, ovvero il modo in cui uno studente è stato esaminato e la correttezza del giudizio. Non devi scoraggiarti però: ci sono casi in cui gli studenti hanno ottenuto ciò che cchiedevano. All'inizio del 2012, per esempio, il Ministero dell'Istruzione è stato condannato a risarcire con 5.000 euro uno studente che nel 2004 era stato bocciato all'esame di Maturità. Lo scorso anno una studentessa di Lecce, promossa con 97/100, aveva fatto ricorso perché non soddisfatta del voto ed il Tar ha deciso che il voto giusto da assegnarle doveva essere 100/100.

Per saperne di più: I diritti degli studenti

Con la sentenza 7262 del 2008, il Tar del Lazio ha così spiegato i casi in cui è possibile presentare ricorso in caso di bocciatura all'esame di maturità: "Le valutazioni sulla preparazione degli studenti sono espressione di valutazioni di natura tecnico/didattica non sindacabili nel merito, se non in caso di manifeste contraddizioni o illogicità nel procedimento. Nel caso di impugnazione di valutazioni provenienti da Commissione di maturità, non è sufficiente contestare vizi di natura formale della valutazione negativa espressa potendo questa risultare illegittima solo qualora si possa dimostrare che, a causa dei lamentati vizi della specie su riferita, la determinazione e/o il giudizio finale risultassero irrimediabilmente infirmati per erroneità dei presupposti, per travisamento dei fatti, per manifeste contraddizioni, per disparità di trattamento tra candidati ovvero, ancora, per illogicità manifesta".

Pronti a fare ricorso? Ecco come fare

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Esame Maturità: come fare riscorso al Tar...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.10.23 alle 19:50:30 sul server IP 10.9.10.109