Maturità, torna il bonus

Di Tommaso Caldarelli.

La ministro Giannini: "Il percorso scolastico va valutato"

Bonus Maturità, sta per tornare? E' possibile, persino probabile stando alle affermazioni del miinstro Stefania Giannini, che appena insediata a Viale Trastevere in un colloquio con il Corriere della Sera ha spiegato che, secondo lei, la carriera scolastica debba contare ai fini dell'inserimento all'università. E che quindi una qualche forma di punteggio al termine della scuola superiore debba essere reintrodotta.

STEFANIA GIANNINI, LE NEWS

TORNA IL BONUS - Ecco cosa ha detto Stefania Giannini.

Non era il bonus maturità in sé, ma il fatto di aver cambiato le regole in corso, ad aver scatenato il putiferio. Che la carriera scolastica conti per me è importante, lo studente non deve andare all’università vergine, ignorando tutto quello che ha fatto prima

Dice la Giannini che il problema fu non il bonus maturità, ma il fatto di averlo abolito proprio mentre si svolgevano le prove d'ingresso. Secondo il neoministro Giannini, il ragazzo in sede d'esame deve essere valutato non solo per la prova, ma anche per il percorso precedente. Per i test di quest'anno, quelli previsti ad aprile, non sarà possibile per evidenti ragioni il ritorno del bonus. Ma l'anno prossimo?

IL PROGRAMMA DI MATTEO RENZI PER LA SCUOLA

MATURITA' UN ANNO PRIMA? - E' probabile che se il governo durerà fino alla prossima maturità ci sarà qualche modifica che reintroduca un punteggio bonus, in qualche veste. La Giannini si esprime anche sul liceo di quattro anni, che porterebbe gli studenti a sostenere l'esame di Maturità un anno prima: "Non sono contraria a continuare la sperimentazione ma non sono un’entusiasta sostenitrice dell’idea che eliminare un anno alle scuole superiori sia la carta vincente", dice il ministro. E sulla scuola digitale? "Ho l’idea che se spariscono i libri non va bene, deve esserci anche un contatto con la dimensione cartacea della cultura". Insomma, al Miur, per tanti aspetti, cambia la musica.