Maturità Invalsi 2019: cambiamenti e novità

Di Francesca Ferrandi.

Invalsi Maturità 2019: i test diventeranno requisito d'ammissione all'esame di Stato. Ecco i cambiamenti, come funzionerà la prova nazionale e a cosa servirà

MATURITA’ 2019: INVALSI

A partire dalla Maturità 2019 il test Invalsi costituirà uno dei requisiti d'ammissione all'esame di Stato, divenendo a tutti gli effetti una prova fondamentale per poter concludere il ciclo di scuola superiore. In compenso, per la gioia degli studenti, verrà abolita la terza prova, una delle più temute dell'attuale esame. Gli studenti dovranno quindi affrontare uno scritto in meno durante l’esame, ma allo stesso tempo dovranno vedersela con una prova in più alcuni mesi prima, durante l’anno scolastico.
Il decreto attuativo della legge n. 107/2015, quello della Buona Scuola, ha istituito infatti una prova Invalsi di quinta superiore. Anche se non farà parte in senso stretto della maturità 2019, l’Invalsi sarà comunque obbligatorio per poter fare l’esame, e diventerà quindi un altro test importante per cui prepararsi durante l’anno. Come funzionerà la prova nazionale? Quando si svolgerà? Che novità sono previste? E a cosa serviranno i risultati? Chiariamo questi dubbi!

INVALSI MATURITA’ 2019

Maturità 2019: Invalsi
Maturità 2019: Invalsi — Fonte: istock

I decreti attuativi della legge n. 107/2015 che propongono, tra le altre cose, le modifiche dell’esame di Stato, prevedono l'obbligatorietà del test invalsi per la Maturità e il suo svolgimento al computer. Inoltre, la prova testerà le conoscenze degli studenti non solo nel campo dell’italiano e della matematica – come fanno i test Invalsi già affrontati durante la seconda superiore – ma anche della lingua inglese. La prova di conoscenza della lingua stranierà sarà quindi una delle novità legate a questa prova nazionale, e valuterà le abilità di comprensione e uso della lingua, coerenti con il Quadro Comune di Riferimento Europeo per le lingue. Altra novità è, come abbiamo visto, il fatto che le prove Invalsi non si svolgeranno più con carta e penna, bensì davanti a un PC!

QUANDO SI SVOLGE L’INVALSI DELLA MATURITA’ 2019

Come abbiamo già visto, il test Invalsi della maturità 2019 non si svolgerà a giugno, durante l’esame. Secondo quanto ha dichiarato la presidente di Invalsi Anna Maria Ajello al quotidiano Il Sole 24 Ore, si sta ipotizzando di farlo svolgere tra ottobre e novembre, in modo da lasciare i mesi successivi per la preparazione all’esame di maturità vero e proprio.

IL VOTO DELL’INVALSI DELLA MATURITA’ 2019

Una delle preoccupazioni che sono sorte tra gli studenti, quando hanno sentito la notizia dell'introduzione del test invalsi di quinta superiore, è stata quella che il voto dell’Invalsi potesse pesare in qualche modo sul punteggio finale della Maturità. Tranquilli, potete tirare un sospiro di sollievo: non sarà così! Il test Invalsi della maturità 2019 costituirà sì un requisito indispensabile per poter affrontare l’esame finale, ma non farà media con i voti della prima prova, della seconda prova e dell'orale.
Nel testo della riforma d’esame si legge infatti: «L'esito della prove sostenute nell'ultimo anno viene riportato, distintamente per ciascuna disciplina oggetto di rilevazione, in una specifica sezione all'interno del curriculum dello studente». Il voto dell’Invalsi non sarà visibile sul diploma, quindi, ma su un documento allegato in cui saranno riportate anche le materie che avete studiato e le competenze che avete sviluppato durante le superiori.
I risultati del test serviranno eventualmente ai datori di lavoro e alle università per avere un quadro delle conoscenze dell’italiano, della matematica e dell’inglese relativo agli studenti.

Questo non toglie, però, che il test Invalsi previsto per la quinta superiore debba essere affrontato obbligatoriamente: senza averlo sostenuto non si potrà accedere all'esame di Maturità 2018. Nel caso in cui, per comprovati e documentati motivi, ci si debba assentare il giorno della somministrazione della prova, una commissione avrà il compito di istituire una sessione suppletiva.