Maturità 2016: cosa succede se manca un commissario

Di Chiara Casalin.

Cosa accade se uno dei commissari della maturità 2016 è assente all’esame? Ecco cosa dice il regolamento

MATURITA’ 2016

Gli imprevisti, si sa, purtroppo accadono e non si fermano neanche di fronte all’esame di maturità. Se uno studente si ammala proprio nei giorni delle prove scritte, ad esempio, può sempre recuperarle nella cosiddetta “sessione suppletiva” che si svolge a luglio. Ma cosa succede, invece, se ad essere assente è un commissario? Quando l’esame prosegue normalmente e quando deve fermarsi?
Vediamo cosa dice il Ministero.

Focus: Commissari esterni 2016: tutto su materie e nomi

ASSENZE DEI COMMISSARI

Nel regolamento del Miur sulla maturità 2016 viene spiegato che se prima dell’inizio dell’esame il presidente o un commissario dichiara di non poter essere presente (per motivi validi e comprovati) esso viene prontamente sostituito con un docente che ha dato la sua disponibilità, quindi le prove proseguono normalmente.
Se dichiara di non poter essere più presente dopo gli scritti, invece, viene sostituito da un altro professore per tutta la durata dei colloqui, quindi potrebbe capitarvi all’orale un commissario diverso da quello con cui avete fatto le altre prove d’esame.

ASSENZA TEMPORANEA

Se l’assenza di un commissario riguarda solamente un giorno, però, le cose cambiano un po’. Ecco cosa succede nei vari casi:

- Prove scritte: la commissione può procedere comunque con la correzione della prima prova e della seconda prova scritta, a patto che venga garantita: “la presenza in commissione del presidente o del suo sostituto e almeno del commissario della prima e della seconda prova scritta e, nel caso di organizzazione della correzione per aree disciplinari, la presenza di almeno due commissari per area.”
Per la correzione della terza prova e l’attribuzione del relativo punteggio, invece, deve essere necessariamente presente tutta la commissione, quindi se un commissario è assente la correzione viene posticipata.

- Orale della maturità: nel caso dell’assenza di un commissario proprio nel giorno del vostro orale, invece, c’è lo stop ai colloqui, perché l’ordinanza del Miur stabilisce che: “Il colloquio deve svolgersi, infatti, in un’unica soluzione temporale alla presenza dell’intera commissione che procede all’attribuzione del relativo punteggio nello stesso giorno nel quale viene effettuato.”
In questo caso, quindi, dovrete portare un po’ di pazienza perché il vostro orale verrà posticipato. Pensate positivo, però: avrete un giorno in più per rivedere le ultime cose e arrivare davanti alla commissione ancora più preparati!

Per restare aggiornato su tutte le notizie della maturità iscriviti al Gruppo Facebook della maturità 2016.