Maturità 2018: è sufficiente avere la media del 6?

Di Chiara Casalin.

Maturità 2018: scopri i chiarimenti e le parole del Ministro Valeria Fedeli riguardo le polemiche sul 6 politico

MATURITA' 2018

Dei tanti cambiamenti che si vedranno a partire dalle prossime maturità, uno di quelli che ha destato più scalpore fra gli studenti riguarda la media per l'accesso all'esame di Stato. Stando infatti alla riforma, sarà sufficiente non più avere la sufficienza in tutte le materie, ma basterà la media del 6. Se qualche mese fa gli studenti della quarta superiore si potevano dire contenti della novità, ora sappiamo che questo cambiamento riguarderà solo quegli studenti che a settembre entreranno in quarta superiore. Insomma, niente di invariato per i ragazzi della maturità 2018. A proposito della media dei 6, requisito fondamentale per l'accesso alla maturità 2019, ecco quali sono state le parole del Ministro Fedeli.

LE PAROLE DEL MINISTRO

Maturità 2018: sei politico
Maturità 2018: sei politico — Fonte: istock

In molti, infatti, hanno criticato il fatto che dall’anno prossimo per essere ammessi all’esame basterà avere una media del sei e non la sufficienza in tutte le materie com’era stabilito fino ad ora. La Ministra ha affrontato l’argomento e ha spiegato che la questione del 6 politico, in realtà, non esiste e che si tratta di una semplificazione. La Fedeli ha spiegato infatti alla fine dell’esame dovrà contare il curriculum dello studente, che darà un quadro completo della sua preparazione e della sua carriera.
Insomma, secondo le parole del Ministro dell’Istruzione comunque i gli studenti saranno valutati per il loro percorso effettivo e le loro competenze.