Maturità 2017 prima prova: robotica educativa e futuro

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2017 prima prova: Robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro

PRIMA PROVA, TRACCIA SU ROBOTICA E FUTURO

A pochissimi minuti dall'apertura dei plichi, ecco i rumors sulle tracce di prima prova stabiliti dal Miur. Per rimanere aggiornato costantemente sulle notizie delle tracce di maturità, segui il nostro live dell'evento. Secondo i rumors di tgcom24, una delle tracce del primo scritto riguarderebbe proprio la robotica educativa e il futuro. In questi anni in cui tanto si è parlato di rivoluzione digitale, questo è un argomento che sicuramente gli studenti gradiranno. Il tema dovrebbe essere quello della tipologia B, il saggio breve o l'articolo di giornale in ambito tecnico-scientifico. Ecco la traccia svolta per la prima prova, il saggio breve di ambito socio-economico "Nuove tecnologie e potere".

Tracce svolte

Una delle domande che si sentono più spesso negli ultimi anni, soprattutto a margine di fiere sulla robotica e sul progresso tecnologico, è: se i robot sostituiranno il lavoro umano, come già è successo in diversi settori. Di conseguenza, potrebbe essere necessario sviluppare diverse riflessioni sul tema: fin dove arriverà la tecnologia e in che modo il lavoro umano potrà sopravvivere?

In questa sede è giusto anche chiedersi se robotica e digitalizzazione siano effettivamente arrivate - con successo - anche fra i banchi di scuola. I nativi digitali, infatti, devono essere i principali destinatari della rivoluzione in corso. In che modo i ragazzi, e gli studenti di oggi, possono approcciare a questi importanti cambiamenti? E' anche vero che all'aumentare dei robot e dell'intelligenza artificiale, diminuiranno i posti di lavoro. Ma questa è una riflessione vera solo in parte, in quanto il genere umano si adatta a qualunque situazione.

Ecco qualche risorsa utile se, stando ai rumors che la danno come traccia, vorrai affrontarla per la prima prova:

TRACCE PRIMA PROVA

Se non ti piace l'ambito tecnico-scientifico, ecco le altre risorse: