Maturità 2017 prima prova: gli autori del saggio breve artistico letterario

Di Francesca Ferrandi.

Maturità 2017 prima prova: da Leopardi a Pascoli, passando per Montale e Foscolo, ecco gli autori (probabili) del saggio breve artistico letterario

Prima prova 2017: saggio breve su Pascoli, Leopardi, Foscolo e Montale

Maturità 2017 prima prova: autori saggio breve artistico letterario
Maturità 2017 prima prova: autori saggio breve artistico letterario — Fonte: ansa

Le tracce della prima prova di Maturità 2017 sono uscite: per quanto riguarda il saggio breve di ambito artistico letterario, stando alle indiscrezioni di Tgcom24 il titolo sarebbe “La natura tra minaccia e idillio nell’arte e nella letteratura”. Tra gli autori scelti dal Miur, per quanto riguarda la sezione artistica avremmo William Turner e Giuseppe Pellizza da Volpedo, mentre per quanto riguarda la sezione letteraria ci sarebbero brani in prosa e in poesia tratti dalle opere di quattro grandi autori della letteratura: Leopardi, Foscolo, Montale e Pascoli. Si tratta di nomi ben noti agli studenti di quinta superiore e che quindi potrebbero trovare più agevole lo svolgimento del saggio breve artistico letterario della prima prova di Maturità 2017.

Saggio breve artistico letterario, Maturità 2017 prima prova

Quali sono stati nello specifico, stando alle indiscrezioni, i brani scelti dal Miur per il saggio breve artistico-letterario? Vediamolo insieme:

Se le indiscrezioni circa le tracce della prima prova di Maturità 2017 si confermassero come vere, le scelte del Miur risulterebbero estremamente interessanti e molto ben studiate. Si tratterebbe infatti di quattro brani/poesie che ben esprimono il rapporto uomo/natura, diversamente declinato a seconda del pensiero e della poetica dell’autore. Si tratta inoltre di testi ben noti, facenti parte del programma di quinto superiore e che quindi, con ogni probabilità, gli studenti potrebbero conoscere.

Maturità 2017 prima prova: le natura in Leopardi, Pascoli, Montale, Foscolo

Come i quattro autori hanno diversamente interpretato il ruolo della natura all'interno delle loro opere? È questo che gli studenti alle prese con la prima prova di Maturità 2017, e nello specifico con il saggio breve di ambito artistico letterario, sono chiamati a scrivere. Fondamentale in quest'ottica è il brano di Giacomo Leopardi: il Dialogo offre infatti una testimonianza del passaggio, fondamentale per la filosofia leopardiana, da un'idea positiva della Natura, madre benigna di uomini e animali, a una concezione totalmente negativa, che ne fa una matrigna tirannica e spietata, del tutto impassibile davanti alle sofferenze delle sue creature. Su questa dicotomia potrebbe basarsi il saggio breve artistico letterario della Maturità 2017.
A questo aspetto della natura maligna si riallaccia il brano tratto dall'Ortis foscoliano: qui si manifesta tutta la concezione meccanicistica che Foscolo ha della natura, che è qui descritta come «solitaria e minacciosa» e pronta a cacciare «da questo suo regno tutti i viventi».
Nel testo di Pascoli scelto per la prima prova di Maturità 2017 la natura e, nello specifico il lampo, diventa metafora della brevità della vita. C'è una corrispondenza tra essere umano e manifestazioni naturali: l'uomo si vede rappresentato dalla natura.