Notte prima degli esami 2017: cosa stanno facendo i maturandi

Di Maria Carola Pisano.

Notte prima degli esami: ecco come gli studenti si organizzeranno per l'importante tradizione prima della maturità

Prima prova maturità 2017: LA NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI

Notte prima degli esami di maturità 2017
Notte prima degli esami di maturità 2017 — Fonte: istock

Notte prima degli esami 2017 ... ci siamo! Una notte così, anzi due, non sarà facile che ricapitino! E meno male, penserà qualcuno. In realtà chi ha già fatto l'esame si ricorda con grande entusiasmo di questo periodo. Chiaro, per chi lo vive è diverso: sono ore di ansia, mal di pancia, paura, stanchezza... ma c'è anche la consapevolezza che si sta per chiudere una fase e se ne sta per aprire un'altra altrettanto bella ma totalmente diversa.
Sicuramente è piacevole pensare al periodo in cui i compiti a casa e la sveglia presto sembreranno solo un vago ricordo. Ma c'è un momento di questo esame di Stato che ricorderanno sicuramente con il sorriso: la notte prima degli esami. Da dieci anni è ormai considerata una tradizione, quasi un rito di passaggio che gli studenti affrontano con piacere, grazie al celebre film del 2006 di Fausto Brizzi. Cosa faranno i maturandi quest'anno? Ecco cosa ci hanno confidato. 

LE IDEE DEGLI STUDENTI PER LA NOTTE PRECEDENTE ALLA PRIMA PROVA 2017

Dall'uscita del film Notte prima degli esami, con l'affascinante colonna sonora di Antonello Venditti - diventata quasi un inno per chiunque sia alle prese con la maturità - gli studenti organizzano ogni anno la serata insieme ai compagni di classe: alcuni cercano di non pensare all'esame di Stato, altri invece preferiscono usare le ultime ore per ripassare gli argomenti per le tracce della prima e della seconda prova. Quello che è certo è che la notte prima degli esami è irripetibile, e sarà - con ogni probabilità - il ricordo più piacevole della maturità 2018 che vi porterete negli anni.

NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI: IL RIPASSO PER LE TRACCE DI MATURITA' 2017

Molti studenti hanno dichiarato che vedranno il film Notte prima degli esami, tenendo vicini i fazzoletti in caso di commozione. Altri hanno organizzato delle uscite serali per cercare di distrarsi: sappiamo bene che la maturità può diventare un pensiero fisso e divertirvi per qualche ora potrà solo giovarvi. Per chi ha intenzione di ripassare e non sprecare nemmeno un minuto, come molti di voi faranno, magari continuando a svolgere le simulazioni della prima prova e documentandosi sugli eventi e gli anniversari da ricordare che il Miur potrebbe aver scelto come tracce di maturità, o sugli autori più probabili per l'analisi del testo. Vi consigliamo di farlo sì, ma con moderazione. Il sonno è importante ed è necessario arrivare all'appuntamento del 21 giugno riposati e lucidi. Ecco qualche consiglio per affrontare l'ansia, dormire bene e arrivare in perfetta forma alla prima prova 2017: