Maturità 2016: tema storico politico. Traccia svolta sul valore del paesaggio

Di Marta Ferrucci.

Per la tiplogia saggio breve o articolo di giornale dell'ambito storico-politico il Miur ha scelto una traccia sul valore del paesaggio

SEGUI IL LIVE IN DIRETTA: PRIMA PROVA MATURITÀ 2016

Per il saggio breve o articolo di giornale dell'ambito storico politico il Miur ha proposto ai maturandi una traccia sul valore del paesaggio con documenti di Salvatore De Settis, Andrea Carandini, Vittorio Sgarbi e Claudio Strinati. Ecco il saggio breve svolto dai tutor di Studenti.it.

SAGGIO BREVE SVOLTO SUL VALORE DEL PAESAGGIO

Il paesaggio è il luogo dove natura, storia e arte si compongono, s’incontrano e si armonizzano attraverso la mano dell’uomo. Se ci si allontana per un momento dalla grigia realtà, dalle speculazioni edilizie, dagli “orrori delle urbanizzazioni periferiche”, come le chiama Claudio Strinati in un articolo uscito sull’Huffigton Post, possiamo godere delle bellezze che l’Italia offre, bellezze che sono nate da un’amalgamazione perfetta di storia e arte.

L’Italia, il bel paese, può vantarsi di possedere non solo meravigliosi scenari naturali, ma anche siti archeologici che fanno invidia e una quantità ingente di arte. Basti pensare al fatto che l’Italia è stata una delle mete più ambite del Grand Tour, il viaggio nell’Europa continentale che i giovani dell’aristocrazia intraprendevano a partire dal XVII secolo per perfezionare il loro sapere. Roma, le rovine di Pompei ed Ercolano, la Sicilia con i suoi tesori greci erano tappe fondamentali per un giovane intellettuale.

SAGGIO STORICO POLITICO SUL VALORE DEL PAESAGGIO: TRACCIA SVOLTA

L’Italia si poggia sulle spalle di una storia millenaria: basta camminare per i fori imperiali per trovarsi immersi nel passato e se si chiudono gli occhi sembra quasi di sentire l’eco delle voci degli antichi che passavano con i loro carri per le vie.

Si dice sempre che l’Italia sia priva di risorse naturali, ma è pur vero che è ricca di paesaggi che attirano molti turisti stranieri, e gli stessi italiani spesso si rendono conto che prima di scoprire l’estero dovrebbero viaggiare all’interno del loro Paese.

Carandini, presidente del FAI, dice che i paesaggi “non sono ammassi informi né somme di entità, ma ordini complessi, generalmente involontari a livello generale, spontanei e autoregolati, dove milioni di attività si sono fuse in un tutto armonioso”. È l’armonia, infatti, che deve essere protetta, l’armonia che l’uomo nel tempo ha contribuito a creare insieme alla natura. Bellezza e storia si fondono ed è per questo che Sgarbi parla di “sacralità del valore del paesaggio”.

Poche risorse naturali, ma un patrimonio artistico e culturale di immenso valore che, però, non si riesce a difendere e a valorizzare a dovere. Anzi, spesso succede il contrario, spesso si costruisce accanto ad una bellezza artistica un nuovo edificio che ne rovina l’armonia sebbene l’Articolo 9 della Costituzione reciti “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio artistico della Nazione”.

I fatti sembrano mostrare il contrario, quasi non si capisse la ricchezza che potrebbe derivare dallo sfruttamento corretto di ciò che si ha, come se gli italiani si fossero disabituati alla bellezza. E nonostante questo, si era parlato di eliminare la storia dell’arte nelle scuole andando, in questo modo, ad ammazzare completamente la coscienza dell’importanza del patrimonio artistico e culturale italiano.

Tuttavia non mancano le file chilometriche davanti ai musei, all’entrata di mostre e questo può significare solo una cosa: la volontà di conoscere e di apprezzare l’arte c’è, esiste e dunque va alimentata. Andrea Carandini, si chiede se nella riscoperta dell’Italia ci sia una possibilità di sviluppo culturale, civile ed economico del nostro Paese in questo tempo di crisi. Non si dimentichi che spesso è proprio dalle crisi che nascono le opportunità, le basi per un cambiamento possibile. Il patrimonio artistico può realmente giocare nella partita della ripresa economica un ruolo di fondamentale importanza.

Tracce svolte