Maturità 2016: cosa è vietato portare alle prove d’esame

Di Chiara Casalin.

Il Miur ha stabilito quali sono le cose vietate alle prove scritte della maturità 2016. Ecco cos’ha specificato

MATURITA’ 2016

In queste settimane si stanno intensificando le istruzioni del Miur per lo svolgimento della maturità 2016. Stavolta una nuova nota ministeriale ha dato ai professori una serie d’indicazioni che riguardano l’invio del plico telematico con la prima prova e la seconda prova e l’utilizzo delle strutture.
Tra tutte queste informazioni, però, ce n’è anche qualcuna che interessa particolarmente ai maturandi, ossia le cose che il Miur vieta di usare durante le prove scritte dell’esame di Stato.

DIVIETI MATURITA’ 2016

Nella nuova comunicazione del Ministero c’è infatti un paragrafo che riguarda l’utilizzo dei cellulari e di altre apparecchiature elettroniche durante gli scritti, cioè tutti quegli strumenti che di solito vengono usati dai maturandi per copiare e trovare le tracce svolte online.
A questo proposito il Miur ha stilato una lista molto dettagliata delle cose proibite, che non si limita ai classici smartphone! Il Ministero dell’istruzione ha specificato infatti che i dirigenti scolastici devono informarvi che:

  • “è assolutamente vietato, nei giorni delle prove scritte, utilizzare a scuola telefoni cellulari, smartphone di qualsiasi tipo, dispositivi di qualsiasi natura e tipologia in grado di consultare file, di inviare fotografie ed immagini, nonché apparecchiature a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere;"
  • "che è vietato l'uso di apparecchiature elettroniche portatili di tipo palmare o personal computer portatili di qualsiasi genere in grado di collegarsi all'esterno degli edifici scolastici tramite connessioni wireless, comunemente diffusi nelle scuole, o alla normale rete telefonica con qualsiasi protocollo.”

E cosa succede se uno studente viene “colto con le mani nel sacco”? Beh, il Miur è molto chiaro a riguardo e specifica che per chi viene trovato a violare questi divieti è prevista: “l’esclusione da tutte le prove di esame”. Insomma, il rischio è quello d’essere bocciati in tronco.
Riusciranno questi divieti ad intimidire i copioni? La cosa è tutta da vedere, ma visti gli esami degli anni scorsi possiamo immaginare che molti maturandi troveranno qualche escamotage per non farsi beccare.

Per

rimanere sempre aggiornato su tutte le novità della maturità 2016 iscriviti al gruppo Facebook e seguici su Telegram!