Maturità 2016: i commissari si riuniscono. Ecco cosa si decide

Di Francesca Ferrandi.

Maturità 2016: tra oggi e domani le commissioni si riuniranno per prendere importanti decisioni. Ecco cosa accade nella riunione plenaria e nella riunione preliminare dell'esame di Stato

MATURITÀ 2016: LE RIUNIONI DEI COMMISSARI

Mancano solo due giorni all’inizio della Maturità 2016, con lo svolgimento della prima prova, ed è tempo per le commissioni di riunirsi per prendere alcune decisioni fondamentali in vista dell’avvio degli esami di Stato.
Tra oggi e domani – 20 e 21 giugno 2016 – i commissari designati per l’esame di Maturità si ritroveranno per prendere parte a due diverse riunioni: quella plenaria e quella preliminare. In cosa consistono? Che cosa viene deciso al termine del loro svolgimento? Noi di Studenti.it abbiamo deciso di spiegartelo in questo breve vademecum.

MATURITÀ 2016: LA RIUNIONE PLENARIA DELLA COMMISSIONE

Il primo appuntamento dei commissari in vista dell’inizio della Maturità 2016 è fissato ad oggi, lunedì 20 giugno per le ore 8:30. Stando all'articolo 12 dell'O.M. n. 252 del 19 aprile 2016, in questa occasione la commissione dovrà affrontare la Riunione Plenaria: in tale seduta il Presidente di commissione (o, in sua assenza, il componente più anziano d’età) dovrà verificare che tutti i commissari, sia quelli interni che quelli esterni, siano presenti. Nel caso questo non avvenga sarà incaricato di comunicarlo

  • all’Ufficio Scolastico Regionale in modo che possano essere nominati i sostituti (nel caso si tratti dei commissari esterni della Maturità 2016);
  • al dirigente scolastico dell’Istituto, che dovrà provvedere alla sostituzione (nel caso si tratti dei commissari interni della Maturità 2016).

Inoltre, durante la Riunione Plenaria dei commissari di Maturità, viene stabilito il calendario delle operazioni dei giorni seguenti, vale a dire i tempi di svolgimento e di valutazione delle diverse prove previste per l’esame di Stato, in modo da coordinare le attività con le altre commissioni.

RIUNIONE PRELIMINARE ESAME DI STATO 2016: COSA DECIDONO I COMMISSARI

I commissari interni ed esterni designati per la Maturità 2016 si ritroveranno anche tra oggi e domani per prendere parte alla Riunione Preliminare. Di cosa si tratta? Durante il corso di questa assemblea il Presidente di Commissione, stando all’articolo 15 dell'O.M., avrà la facoltà di:

  • nominare il vice-presidente, che potrà scegliere a suo piacimento sia tra i commissari esterni che tra quelli interni
  • scegliere, tra i membri della commissione di ciascuna classe, un segretario che dovrà occuparsi del verbale dei lavori collegiali.

Inoltre, nel corso della Riunione Preliminare dell’esame di Stato 2016, i commissari dovranno stilare la lista dei candidati, raccogliere le certificazioni relative all’attribuzione dei crediti scolastici, esaminare le domande di ammissione degli studenti che richiedono di usufruire dell'abbreviazione per merito, dei candidati esterni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento (DSA) e con disabilità.

L’IMPORTANZA DELLA RIUNIONE PRELIMINARE ALL’ESAME DI MATURITÀ 2016

La riunione preliminare dell’esame di Stato è importante anche per altri fattori. Durante essa, infatti, i membri della commissione prendono importanti decisioni in vista dell’esame di Maturità 2016. Ad esempio:

  • Vengono stabiliti i criteri di correzione e valutazione delle prove scritte;
  • Vengono determinati i criteri di svolgimento e di valutazione del colloquio orale;
  • Vengono stabiliti i criteri per l’attribuzione dei punti di bonus previsti per l’esame di Maturità;
  • Vengono determinati i criteri per l’attribuzione della lode.

Per non perderti tutte le novità seguici sul canale Telegram e iscriviti al gruppo Facebook!