Maturità 2015: nuove indicazioni dal Miur per gli sperimentali

Di Valeria Roscioni.

Tracce scritte, materie, commissari esterni e orale Maturità 2015: ecco cosa ha stabilito il Ministero per i corsi sperimentali.

MATURITA’ 2015: NUOVE INDICAZIONI DEL MIUR PER GLI SPERIMENTALI. Le date fissate per la Maturità 2015 si avvicinano sempre più e, se per gli studenti questo significa soprattutto terminare la tesina ed iniziare ad impostare il ripasso, per il Miur è arrivato il momento di definire con precisione tutti i vari passaggi dell’Esame Stato. È in quest’ottica che sono state pubblicate le indicazioni per la Maturità valide per i corsi sperimentali e, in particolar modo per: l’opzione internazionale tedesca, l’opzione internazionale spagnola, l’opzione internazionale cinese, il liceo classico europeo e per i corsi ad indirizzo musicale sperimentale

Prima di lasciarvi ai link dei singoli decreti, analizziamo insieme i punti salienti.

SECONDA PROVA MATURITA’ 2015: E COMMISSARI ESTERNI. Per quel che riguarda le materie affidate ai commissari esterni e quelle della seconda prova il Miur specifica che: “le materie oggetto della seconda prova scritta e le materie assegnate ai commissari esterni per ciascun indirizzo di studio sono indicate nel decreto ministeriale 29 gennaio 2015, n. 39; le altre materie attribuite ai commissari interni sono individuate dal Consiglio di classe secondo le indicazioni di cui all'articolo 2 del decreto ministeriale n. 6 del 2007, che individua le modalità e i termini dell'affidamento delle materie ai commissari interni ed esterni.” Quindi non vi sono differenze sostanziali rispetto a quanto accade nelle altre scuole. Anche per quel che riguarda lo svolgimento della seconda prova, la circolare di riferimento è infatti la stessa (circolare n. 1 del 29 febbraio 2015).

MATURITA’ 2015: PRIMA, SECONDA, TERZA PROVA ED ESAME ORALE. Lo stesso vale per gli scritti e per il colloquio orale: “Per quel che concerne la prima e la terza prova scritta e il colloquio valgono le disposizioni relative allo svolgimento degli esami nei corsi ordinari” si legge infatti nel decreto. Attenzione, però, riguardo al secondo scritto c’è una differenza molto importante da sottolineare. Il Ministero precisa infatti che: “Per l’anno scolastico 2014/2015, la seconda prova scritta degli esami di Stato dei corsi sperimentali può vertere anche su disciplina o discipline per le quali il relativo piano di studio non preveda verifiche scritte.”

ESAME DI MATURITA’: INDICAZIONI PER I CORSI A INDIRIZZO MUSICALE. In questo caso il Ministero specifica che: “La prova di strumento nei corsi ad indirizzo musicale sperimentale del previgente ordinamento presso i Conservatori di musica concorre alla determinazione del punteggio del colloquio. Tale prova, tuttavia, per la sua particolare natura e per il tempo occorrente per la relativa realizzazione, ha una sua autonoma connotazione e non si svolge contestualmente al colloquio, bensì in tempi diversi e con docenti esterni specialisti in relazione alle diverse tipologie di strumento, come previsto dall’articolo 252, comma 8,del decreto legislativo16aprile 1994, n. 297, citato nelle premesse. Per l'effettuazione di tale prova, i candidati, ripartiti in gruppi distinti corrispondenti alle tipologie di strumento oggetto della prova stessa, sono convocati secondo lo stesso ordine di chiamata valevole sia per la prova di strumento che per il colloquio. Sempre in rapporto alla particolare natura della prova di strumento, il Presidente della Commissione viene individuato tra i musicisti che operano in Conservatori diversi da quello presso cui funziona l’indirizzo musicale sede di esame. L'esito della prova di strumento è riportato con giudizio motivato nella certificazione di cui all'articolo 13 del Regolamento, emanato con decreto del Presidente della Repubblica 23 luglio 1998, n. 323, facente parte integrante del diploma.

ESAME DI MATURITA’: CORSI SPERIMENTALI PER ADULTI. Infine, ecco le indicazioni riguardanti i corsi per adulti: “I candidati provenienti da corsi sperimentali di istruzione per adulti, inclusi i corsi del c.d. “Progetto Sirio” dell’istruzione tecnica che, sulla base del Patto formativo individuale o che in relazione alla sperimentazione stessa e in presenza di crediti formativi riconosciuti siano stati esonerati nella classe terminale dalla frequenza di alcune materie, possono, a richiesta, essere esonerati dall'esame su tali materie nell'ambito della terza prova scritta e del colloquio. Essi dovranno, comunque, sostenere la prima prova scritta, la seconda prova scritta ,la terza prova scritta nonché il colloquio.”

Infine ecco i link per i singoli decreti:

- Classi sperimentali autorizzate (D.M. n. 214 del 14/04/2015)

- Opzione internazionale tedesca (D.M. n. 215 del 14/04/2015)

- Opzione internazionale spagnola (D.M. n. 216 del 14/04/2015)

- Opzione internazionale cinese (D.M. n. 217 del 14/04/2015)

- Liceo classico europeo (D.M. n. 218 del 14/04/2015)

Non vuoi perdere neanche una novità sulla maturità 2015? Iscriviti al gruppo su Facebook!