Maturità 2015: una tesina originale grazie a Umberto Eco

Di Valeria Roscioni.

Con la sua lettera al nipotino pubblicata su L’Espresso lo scrittore propone molti spunti per una tesina unica e attuale

TESINA MATURITA' SU UMBERTO ECO - Prendere spunto dall’attualità è un ottimo modo per decidere l’argomento della tesina e lasciare la commissione a bocca aperta. Meglio ancora se l’attualità decide di fornirti non solo una tematica accattivante, ma addirittura un’intera struttura come nel caso della lettera di Umberto Eco pubblicata dall’Espresso. Lo scrittore, senza farlo apposta, nello scrivere al nipotino una missiva sull’importanza della memoria, infatti, ha regalato a tutti gli studenti che devono sostenere la maturità nel 2014 non solo delle dritte interessanti sullo studio, ma anche un preziosissimo suggerimento per la loro tesina.

Guarda: tesine maturità per tutte le scuole

Eco, infatti, ha scelto di incentrare la sua lettera sull’importanza della conoscenza che ognuno porta con sé nella propria memoria, un prezioso bagaglio che non può in alcun modo essere sostituito dalla tecnologia. Secondo il semiologo infatti la perdita della memoria è una grave malattia che sta colpendo le ultime generazioni.

Tesine svolte per tutte le scuole

“È vero che se ti viene il desiderio di sapere chi fosse Carlo Magno o dove stia Kuala Lumpur non hai che da premere qualche tasto e Internet te lo dice subito. Fallo quando serve, ma dopo che lo hai fatto cerca di ricordare quanto ti è stato detto per non essere obbligato a cercarlo una seconda volta se per caso te ne venisse il bisogno impellente, magari per una ricerca a scuola. Il rischio è che, siccome pensi che il tuo computer te lo possa dire a ogni istante, tu perda il gusto di mettertelo in testa”.

Ed ecco che lo spunto di riflessione per un percorso sull’importanza della memoria o, addirittura, sull’avvento della digitalizzazione è servito! Non solo, basta continuare a leggere per rendersi conto che anche i collegamenti sono in gran parte già insiti nel discorso, nella “dieta” contro la perdita della memoria che viene prescritta al nipotino.

“Quindi ecco la mia dieta. Ogni mattina impara qualche verso, una breve poesia, o come hanno fatto fare a noi, “La Cavallina Storna” o “Il sabato del villaggio”. E magari fai a gara con gli amici per sapere chi ricorda meglio” scrive Eco consentendoti di inserire Pascoli o Leopardi nella tesina, ma anche una qualunque poesia che imparerai a memoria parlando del perché sia importante per te conoscere quei versi.

Nel passaggio che segue, invece, c’è un ottimo collegamento utile per storia: “C’è poi la memoria storica, quella che non riguarda i fatti della tua vita o le cose che hai letto, ma la scuola (oltre alle tue letture personali) dovrebbe insegnarti a memorizzare quello che è accaduto prima della tua nascita, ma si vede che non lo fa bene […]Ci dicono le statistiche che se chiedi ad alcuni chi era Aldo Moro rispondono che era il capo delle Brigate Rosse - e invece è stato ucciso dalle Brigate Rosse”.

Come scrivere una tesina originale in otto semplici mosse

Vuoi portare anche filosofia? Perfetto utilizza la frase “Ma perché è così importante sapere che cosa è accaduto prima? Perché molte volte quello che è accaduto prima ti spiega perché certe cose accadono oggi” e scegli uno dei filosofi che hanno fatto propria questa verità.

Ed ecco che come per magia non solo hai trovato un tema centrale attuale e di grande appeal, ma hai già rintracciato ben tre collegamenti semplicemente seguendo il ragionamento fatto da Umberto Eco. Per trovare altri spunti, quindi, ti basterà avere sotto gli occhi l’intera lettera. Buona lettura!