Maturità 2013, professoressa picchiata dalla famiglia di una maturanda

Di Valeria Roscioni.

L’hanno circondata in tre e poi l’hanno aggredita. Così la madre e le due sorelle di una studentessa si sono fatte giustizia da sole

La maturità è spesso teatro di ingiustizie, ma mai come quest’anno gli esami di stato si sono trasformati in una sorta di giungla in cui ognuno è pronto a far valere le proprie ragioni senza passare attraverso le autorità competenti. Così dopo la notizia del padre che aveva picchiato un professore per aver fatto prendere un misero 62 al figlio (per saperne di più leggi qui) arriva quella della madre e delle sorelle di una maturanda di Piedimonte Matese che hanno reagito esattamente nello stesso modo con una professoressa per via di un voto troppo basso.

MATURITA', TUTTE LE NEWS

A riportare il fatto è il sito interno18.it che racconta come le tre donne, una cinquantenne, una venticinquenne e una ventiduenne, abbiano braccato la docente in un parcheggio minacciandola e tentando di aggredirla. L’insegnante si è poi rivolta al Pronto Soccorso mentre le tre assalitrici, identificate dai militari dell’Arma, dovranno ora rispondere dei reati di violenza privata, minaccia aggravata e lesioni personali.

BONUS MATURITA': ULTIMI AGGIORNAMENTI

Se anche tu alla maturità non sei stato trattato in maniera giusta, non ricorrere alla violenza o alla vendetta personale, ma affidati alla legge e intenta un regolare ricorso. Ecco come fare: