Maturità 2013: "Le Olimpiadi? Più faticoso l'esame"

Di Tommaso Caldarelli.

Parla ad EuroSport Gregorio Paltrinieri, campione del mondo sui 1500 metri in vasca corta a stile libero: pronto per il mondiale di Barcellona

Maturità 2013, secondo qualcuno è stata più faticosa del mondiale di nuoto e delle Olimpiadi e del Mondiale messi insieme: parla così Gregorio Paltrinieri, campione mondiale dei 1500 metri a stile libero in vasca corta che in questo momento sta tentando di confermare il suo titolo a Barcellona, dove sono in corso i nuovi mondiali di nuoto federali. Gregorio ha 19 anni e ha appena superato gli esami di Maturità nella sua scuola di Carpi: e se dovesse scegliere la prova per lui più difficile, non avrebbe alcun dubbio.

MATURITA', ECCO LE NEWS

OLIMPIADI O MATURITA'? - Certamente l'esame di Maturità, dice Gregorio, è molto più difficile di tutte le prove agonistiche che ha dovuto affrontare. Ne parla in un'intervista esclusiva ad Eurosport.

Gregorio, sei reduce dall'esame di maturità. Come è andata?
Benissimo, grazie. Ho preso 80. Avevo ipotizzato un 79, per cui perfetto.
Più o meno stressante di una finale olimpica o della prospettiva di una finale mondiale?
Doppiamente stressante. E' stata dura tutto l'anno ma per fortuna e andata bene, e tutti gli sforzi sono stati ripagati.

Gregorio è arrivato secondo agli ultimi mondiali di nuoto; tuttavia, dopo la squalifica della medaglia d'oro Mads Glæsner per fatti di doping si è visto assegnare la medaglia d'oro d'ufficio. Dunque è campione mondiale in carica e quest'anno punta al podio: secondo OlimpiaAzzurra "nonostante l’Esame di Maturità svolto a giugno (che ne ha limitato gli allenamenti nei mesi precedenti), Gregorio ha fame di medaglie".

MATURITA', CLAMOROSO: LO STUDENTE PRENDE 60 E IL PADRE...

GIOVANE ATLETA - E' difficile per uno studente-giovane atleta avere una vita scolastica uguale a quella dei suoi coetanei. Per questo, nonostante la difficoltà, Gregorio afferma che è stato bello passare i giorni dell'esame di Stato insieme ai suoi compagni.

Dopo la scorsa stagione agonistica e la conseguente popolarità seguita ai primi risultati importanti, che effetto ti ha fatto tornare fra i banchi di scuola e stare in mezzo agli altri ragazzi?
È stato bello! Mi ha fatto pensare ad altro e mi ha tenuto impegnato durante l'anno. Sono sempre contento di stare in mezzo a miei coetanei e di condividere con loro anche le mie passioni.

Gregorio diventerà un maturato con medaglia, rendendo questo 2013 uno degli anni più belli della sua vita? Staremo a vedere.