Controllo utente in corso...

Esame di maturità: serve una prova aggiuntiva per dare maggiore oggettività al voto finale

Il Senatore De Lillo del Pdl ha chiesto al Governo di introdurre all'esame di maturità anche una prova oggettiva uguale per tutti. Obiettivo sarebbe bilanciare l'esito degli ostici e discussi test d'accesso ai corsi universitari a numero chiuso

di Marta Ferrucci 3 settembre 2010
"Far parte di un corso di laurea non può essere come partecipare ad un gioco a quiz, ma è un atto di responsabilità". Per il Senatore De Lillo gli attuali quiz di accesso "più che testare le capacità testano fortuna e mero nozionismo, non tenendo conto del voto di maturità, né di valutazioni psico-attitudinali, o della cultura generale come potrebbe pienamente emergere da più prove scritte e orali (...). Curriculum, formazione del candidato rimangono ai margini delle valutazioni di ammissione. Per questa ragione è importante che dal Governo giunga un segnale forte nel rivedere questo sistema, predisponendo altri meccanismi di valutazione che prendano in considerazione sia il curriculum dello studente sia la possibilità di svolgere un esame orale".
esame_5
Sono diversi i fattori che hanno montato una nuova polemica sugli esami di maturità: i quiz di accesso sono considerati, dai più, un sistema ne' giusto ne' efficace a valutare un futuro medico ma per alcuni dare più peso alla carriera scolastica ed al voto della maturità non è una strada percorribile: il Ministero dell'Istruzione ha infatti messo in evidenza che nelle scuole del Sud gli studenti ottengono voti più alti ma, come ha messo in evidenza il test Invalsi per la 3a media, questi non sono giustificati da una maggiore preparazione dei ragazzi. Insomma Nord e Sud sarebbero divisi anche dai criteri di giudizio degli studenti e per dare più peso al voto di maturità nelle future scelte universitarie degli studenti, è necessario introdurre anche in questa prova un test nazionale, uguale per tutti e oggettivo.
Come già per l'esame di 3a Media, anche in questo caso sarà l'Invalsi a farsi carico del nuovo impegno, con il benestare del Consiglio universitario nazionale.
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

14
Commenti

talpetta martedì, 21 giugno 2011

intelligenti pauca...

Nello scorso mese di maggio sono iniziate le celebrazioni ufficiali per il 150° anniversario dell’unità d’Italia, passata da mera espressione geografica, sorretta da economia di sussistenza a paese all’avanguardia nell’industria e nella tecnologia, compiendo progressi proporzionalmente ben superiori a quelli di stati già formati, organizzati e consolidati nel tempo. Tuttavia il senso di appartenenza alla nazione non è, o non appare, comunque sentito. Il candidato analizzi le attuali differenze sociali, culturali ed ideali che caratterizzano la nostra popolazione, raffrontandole con quelli che ritiene i valori di effettiva coesione, e ne tragga personali conclusioni

n° 5
tudy26 giovedì, 12 maggio 2011

Condivido

Sono d'accordo con la proposta. Serve un test nazionale che sostituisca la terza prova, perché altrimenti ogni scuola fa come vuole, ma soprattutto dei criteri di giudizio univoci per prime e seconde prove, oltre che le correzioni delle eventuali terze nazionali.
Per quanto riguarda le ammissioni sarebbe sufficiente fare dei concorsi nazionali per quanto riguarda le facoltà a numero chiuso, secondo criteri di assoluta oggettività e con test che valutino le reali competenze e soprattutto attitudini alla disciplina, un po' come per le selezioni di importanti scuole come la Normale e la Sant'Anna. Insomma degli scritti, quanto più possibile oggettivi, non a risposta chiusa, da valutare con apposite griglie incontestabili ed uguali per tutti, come fanno negli esami in Francia.

n° 4
senzate giovedì, 12 maggio 2011

R: Condivido

"Prima di aprire la bocca, accertarsi che il cervello sia collegato". Quanto tempo prevede il senatore che sarebbe necessario per valutare migliaia di candidati? Come fa un esame orale ad essere obiettivo? Come si fa a superare le differenze di valutazione da un esaminatore all'altro? o forse la stessa commissione dovrebbe valutare tutti? che ne facciamo delle inevitabili raccomandazioni? Va da sé che il sistema dei quiz è assurdo; basterebbe mettere un sistema di sbarramenti e lasciare l'ingresso libero: se dopo due anni (per es.) non hai superato tot esami, vuol dire che hai sbagliato strada.

pianist93 giovedì, 12 maggio 2011

R: Condivido

Ci mancava solo quest'altra . Ormai la scuola italiana è finita , non è facendo leggi piu severe che si andrà avanti , anzi queste leggi antidemocratiche non faranno che peggiorare la situazione e limitera l'istruzione solo ad alcune persone , VErgogna . I test d'ingresso alle università non dovevano nemmeno esistere . Se uno studente sceglie l'industriale e poi capisce che la sua strada è medicina cosa fa? Come lo superà il test?

sarettalape domenica, 27 marzo 2011

teoricamente sarebbe giusto,ma pratikamente...

pratikamente in italia fallirebbe cm tt le altre cose ke propongono x la scuola...in effetti trovo giusto che di debba tener conto di tutto il percorso scolastico di un alunno,di tutti i corsi extracurriculari,di tutte le attività pomeridiane,ma sarebbe davvero impossbile rendere tutte le prove di maturità oggettive al 100%,statene certi ke si copierebbe anke a questa nuova che vogliono inserire...e trovo giusto anke ke in determinate università non ci possano andare cani e porci quindi w i test d'ingresso!XD!

n° 3
OMG domenica, 27 marzo 2011

R: teoricamente sarebbe giusto,ma pratikamente...

> pratikamente in italia fallirebbe cm tt le altre cose ke propongono x la scuola...in effetti trovo giusto che di debba tener conto di tutto il percorso scolastico di un alunno,di tutti i corsi extracurriculari,di tutte le attività pomeridiane,ma sarebbe davvero impossbile rendere tutte le prove di maturità oggettive al 100%,statene certi ke si copierebbe anke a questa nuova che vogliono inserire...e trovo giusto anke ke in determinate università non ci possano andare cani e porci quindi w i test d'ingresso!XD!
OH...MIO...DIO!!!
STRAPPATEMI GLI OCCHI!!!
TI FA TANTO SCHIFO SCRIVERE UN'ITALIANISSIMA "C" AL POSTO DI UN'OBBROBRIOSA "K" IN "PRATICAMENTE"??????
PENSI "KE SKRIVENDO IN KUWESTO MODO SEMBRI + SIMPATIKA"??????
FAI SOLO LA FIGURA DI UN'OCA IGNORANTE COL CERVELLO DA GALLINA ALTRO CHE!!!
BESTIA!!!

senzate sabato, 25 settembre 2010

collegamenti

"Prima di aprire la bocca, accertarsi che il cervello sia collegato". Quanto tempo prevede il senatore che sarebbe necessario per valutare migliaia di candidati? Come fa un esame orale ad essere obiettivo? Come si fa a superare le differenze di valutazione da un esaminatore all'altro? o forse la stessa commissione dovrebbe valutare tutti? che ne facciamo delle inevitabili raccomandazioni? Va da sé che il sistema dei quiz è assurdo; basterebbe mettere un sistema di sbarramenti e lasciare l'ingresso libero: se dopo due anni (per es.) non hai superato tot esami, vuol dire che hai sbagliato strada.

n° 2
Studentessa di Medicina domenica, 23 gennaio 2011

R: collegamenti

Però ci sarebbe un reale problma di sovraffollamento...per esempio nella mia facoltà c'erano 326 posti,il ministero ne ha fatti aggiungere 33..ma a qst punto non si sa già più dove mettere questi studneti in più...se nn ci fosse il test di medicina saremmo stati in 2160 iscritti al primo anno...ti sembra plausibile?come si fa a fare lezione?...e soprattutto..dove li vuoi mettere tutti 'sti studenti..?...mi sembra che la polemica sull'esistenza dei numeri chiusi sia inutile...

pianist93 mercoledì, 8 settembre 2010

Un altra vergogna

Ci mancava solo quest'altra . Ormai la scuola italiana è finita , non è facendo leggi piu severe che si andrà avanti , anzi queste leggi antidemocratiche non faranno che peggiorare la situazione e limitera l'istruzione solo ad alcune persone , VErgogna . I test d'ingresso alle università non dovevano nemmeno esistere . Se uno studente sceglie l'industriale e poi capisce che la sua strada è medicina cosa fa? Come lo superà il test?

n° 1
Studentessa di Medicina domenica, 23 gennaio 2011

R: Un altra vergogna

Studiando l'estate dopo la maturità...alla fine dev'esserci una selezione iniziale e questa non può che essere basata su materie scientifiche inerenti al campo, specie biologia,oltre che sulla cultura generale e sulla capacità di ragionamento logico..non ci sono alternative ed è giusto che sia così..mica puoi pretendere che al test di medicina chiedano solo matematica e altre materie che si fanno dappertutto..e non puoi pretendere che le materie specifiche del tuo istituto possano diventare importanti al fine di un'ammissione in un corso di laurea così diverso..

Elisoscki venerdì, 10 settembre 2010

R: Un altra vergogna

Non posso che darti ragione..!! Io qst anno ho la maturità di ragioneria e mi piacerebbe molto poter fare medicina, ma guardando i test d'ingresso non ci sono molte speranze che ci riesca..!! I test d'ammissione non dovrebbero esistere..!!!!

Sara domenica, 23 gennaio 2011

R: R: Un altra vergogna

Purtroppo i test devono esistere,specie a medicina,altrimenti ci sarebbe un sovraffollamento di studenti e di laureati,il che non sarebbe positivo in ambito professionale..però perché non dovresti riuscirci?...quest'estate studia bene chimica e biologia...avendo fatto ragioneria dovresti avere qualche base di diritto che tornerà utile per la cultura generale..in bocca al lupo!

biss2006 mercoledì, 24 novembre 2010

R: R: Un altra vergogna

i test di ammissione sono fondamentali, non si possono mandare sempre tutti avanti pensando che tutti siamo uguali...NON LO SIAMO. appiattire il livello è un male per la società. Concordo magari che questi test andrebbero strutturati in maniera diversa, non penalizzando un corso di studi piuttosto che un altro.
Vedo che però alcuni test (bocconi luiss...) sono ben fatti.

aNNALISA mercoledì, 20 aprile 2011

R: R: R: Un altra vergogna

io sono una maturanda e non trovo assolutamente giusto introdurre questa prova aggiuntiva ,ma più tosto ,io al posto di quella stronza della Germini ,eliminerei ogni tipo di raccomandazione agli esami .Soltando facendo in questo modo l'esame sarà davvero oggettivo fino in fondo.

Chiudi
Aggiungi un commento a Esame di maturità: serve una prova aggiuntiva per dare maggiore oggettività al voto finale...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.18 alle 17:41:10 sul server IP 10.9.10.229