Matricole, l’Università la scelgono mamma e papà

Di Valeria Roscioni.

Crescere che fatica. La maggior parte dei ragazzi si affida al consiglio dei genitori e, così, le facoltà più popolate sono sempre le stesse

Lo stanno dicendo tutti. Politici, esperti, aziende, tutti per una volta sono d’accordo nel gridare a gran voce che la laurea non è l’unica via possibile se si vuole trovare un lavoro e che, comunque, esistono dei settori specifici in cui il virus della disoccupazione non è ancora arrivato.

SEI UNA MATRICOLA? ALLORA CLICCA QUI >>

ragazza_laurea_okE allora perché mai al Sud le facoltà con maggiore affluenza restano giurisprudenza, medicina ed economia, mentre i corsi di laurea altamente specializzanti in grado di garantire qualche certezza in più rimangono vuoti? Semplice: perché la maggior parte dei ragazzi si affida a mamma e papà per scegliere l’Università.

SOS MATRICOLE, IL VADEMECUM PER SOPRAVVIVERE AI PRIMI GIORNI >>

A rivelarlo è un’indagine condotta da OrientaSud, il salone di orientamento per i ragazzi del meridione che prende il via oggi e si concluderà sabato, che ha messo in risalto delle lacune piuttosto preoccupanti.

10 LAVORI BEN PAGATI CHE PUOI FARE SENZA LAUREA >>

Stando ai loro dati la maggior parte dei ragazzi del Sud non solo è convita di dover per forza andare all’Università per poter trovare un lavoro, ma non è in grado di associare ad una data figura professionale i giusti studi da seguire e, così, si affida alle parole di mammà. Aprire la propria mente ad un orientamento più coscienzioso diventa, allora, un bisogno primario per rimettere in moto il Paese.