Poesie di Natale: Salvatore Quasimodo e Umberto Saba

Testi e spiegazioni delle poesie sul Natale di Salvatore Quasimodo, poeta ermetico, ed Umberto Saba che all'opposto di lui, nella sua poesia antiermetica utilizza versi chiari e trasparenti

di 16 novembre 2014
NATALE DI SALVATORE QUASIMODO - Salvatore Quasimodo (Modica, 20 agosto 1901 – Napoli, 14 giugno 1968) è stato un poeta italiano ermetico che vinse il premio Nobel per la letteratura nel 1959.  Nei suoi scritti emerge la sua angoscia esistenziale; la ricerca della pace interiore è affidata ad un rapporto col divino che è, e resterà successivamente, tormentato anche se animato da un anelito sincero. In questa poesia Quasimodo racconta come, nell'osservare il presepe, egli vi trovi pace e silenzio perchè tutto è al proprio posto. Nella poesia si descrivono quindi due situazioni opposte: da una parte la tranquillità che trasmette il presepe, dall'altra la vita degli uomini.

Leggi anche il Natale nella letteratura




Natale


Natale. Guardo il presepe scolpito,
dove sono i pastori appena giunti
alla povera stalla di Betlemme.
Anche i Re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.
Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure di legno: ecco i vecchi
del villaggio e la stella che risplende,
e l'asinello di colore azzurro.
Pace nel cuore di Cristo in eterno;
ma non v'è pace nel cuore dell'uomo.
Anche con Cristo e sono venti secoli
il fratello si scaglia sul fratello.
Ma c'è chi ascolta il pianto del bambino
che morirà poi in croce fra due ladri?


saba_1A GESU' BAMBINO, SABA - Umberto Saba (Gorizia 1883 - Trieste 1957) ha sempre dichiarato di aver cercato nella propria opera la verità, quella più profonda e nascosta che solo l'esperienza del dolore è capace di rivelarci. Con "la verità che giace al fondo" Saba si riferisce alla profondità dell'inconscio. La poesia diventa quindi strumento per la ricerca della verità attraverso versi chiari e trasparenti (antiermetismo) che rischiara il mondo interiore.
A Gesù bambino è una poesia che, nella sua semplicità, trasmette il messaggio cristiano.


A Gesù Bambino
- Saba

La notte è scesa
e brilla la cometa
che ha segnato il cammino.
Sono davanti a Te, Santo Bambino!
Tu, Re dell’universo,
ci hai insegnato
che tutte le creature sono uguali,
che le distingue solo la bontà,
tesoro immenso,
dato al povero e al ricco.
Gesù, fa’ ch’io sia buono,
che in cuore non abbia che dolcezza.
Fa’ che il tuo dono
s’accresca in me ogni giorno
e intorno lo diffonda,
nel Tuo nome.



Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Pagina generata il 2016.09.28 alle 23:54:03 sul server IP 10.9.10.107