"Il discorso della cultura": traduzione guidata di Luciano

Di Redazione Studenti.

Impara a tradurre dal greco con le guide di Studenti.it: per te l'analisi completa di un brano tratto dal "Sogno", l'opera autobiografica di Luciano di Samosata

Legenda

Proposizione principale

Participio

Congiunzione

Verbo = indicato con una sottolineatura
Soggetto =  indicato con doppia sottolineatura
Inizio di una nuova proposizione = viene indicato con  //

TUTOR DI GRECO GRATIS, vai nel forum click >>

Il discorso della cultura ( Sogno, 9)
Luciano - Il sogno

APPROFONDIMENTI DIDATTICI DI LETTERATURA GRECA click >>

Primo periodo

proposizione principale
proposizione concessiva introdotta da
perfetto medio passivo perfetto medio passivo da faccio esperienza. Si costruisce con il genitivo
completamente

La traduzione sarà questa:
Io sono, o figlio, la Cultura, a te già nota e familiare, anche se non abbia fatto mai esperienza di me completamente.

GRAMMATICA click >>

Secondo periodo


interrogativa indiretta introdotta dal pronome di importanza tale che, neutro plurale concordato con
indicativo futuro di procuro
proposizione principale. , il soggetto, si riferisce alla Scultura che ha appena finito di parlare, prima che la Cultura iniziasse questo discorso
perfetto da
espressione sintetica che sta per nient'altro che
futuro di 
si tratta di participi sostantivati indeterminati senza articolo, che si possono rendere con una relativa "uno che..."


Una volta individuata tale struttura si potrà finalmente tradurre:
Quali beni di tale importanza farai tuoi una volta diventato lapicida, costei ti ha chiesto: non sarai nient’altro che un lavoratore, uno che fatica e che ha posto tutte quante le speranze della sua vita in questo (lavoro), che è lui stesso oscuro, che riceve piccoli e trascurabili guadagni, misero nelle ambizioni, trasandato nelle comparse, non inutile agli amici né temibile per i nemici, né invidiabili per i cittadini, ma soltanto un lavoratore e uno di quelli dalla massa, che ha sempre paura di chi è più ricco e che fa la corte a chi è capace di parlare, che vive una vita di lepre, e che è preda del più forte.

Terzo periodo


protasi del periodo ipotetico dell'eventualità ; è congiuntivo da   + dativo = credo a
apodosi del periodo ipotetico e proposizione principale
futuro da a cui seguono i coordinati e
infinito assoluto, "per così dire"
proposizione relativa parentetica: il neutro del pronome ha un significato generalizzante e si riferisce a tutto ciò che precede

tutti questi sostantivi in dativo indicano qualità negative in funzione di apposizione di

Traduzione:
Qualora crederai a me, prima di tutto ti mostrerò molte opere e imprese mirabili di antichi uomini, ti riferirò i loro discorsi, ti renderò esperto, per così dire, e adrnerò la tua anima che
è la parte più importante in te, di molti e belli ornamenti, della saggezza, della giustizia, della pietà, dell’intelligenza, della continenza, dell’amore per le cose belle, dello slancio verso le cose più alte:queste infatti sono il vero e autentico decoro dell’anima.


Scarica la versione in formato.pdf >>

VERSIONI GUIDATE DI GRECO dai principali autori click >>