Quali sono i lipid ipiù importanti. Come vengono definiti e come sono composti. Spiegazioni in questo articolo

I lipidi più importanti in biochimica umana sono:
ACIDI GRASSI
TRIGLICERIDI
FOSFOGLICERIDI
COLESTEROLO

ACIDI GRASSI = acidi carbossilici a lunga catena (C16 -C18) saturi o insaturi (senza o con doppi legami tra i carboni)

Gli acidi grassi sono la fonte primaria (in termini quantitativi) di energia per il nostro organismo e sono presenti soprattutto sotto forma di trigliceridi (vedi sotto), cioè esterificati (legati con legame estere) al glicerolo (un polialcol).
Noi umani non siamo in grado di sintetizzare acidi grassi con doppi legami vicini al metile terminale (w 3): questi acidi grassi insaturi sono detti “essenziali” e vanno assunti con la dieta.
I saponi sono acidi grassi a lunga catena salificati con Na+.
I saponi in acqua formano strutture sopramolecolari dette “micelle” (delle microscopiche gocce): le code apolari degli acidi grassi, che fuggono l’acqua, sono rivolte verso il centro della micella mentre la testa polare (il gruppo carbossilico dissociato –COO-) è rivolto verso l’acqua perché è carico (interagisce con gli H parzialmente positivi dell’acqua). Quindi il centro della micella è apolare.
Sostanza lipofile (grassi) tenderanno a “sciogliersi” dentro la micella (il sapone “scioglie” la macchie d’unto!).

TRIGLICERIDI = esteri del glicerolo con 3 acidi grassi

I trigliceridi sono i grassi di deposito del nostro organismo, accumulati nel tessuto adiposo, dentro gli adipociti e sono la principale forma di deposito di energia metabolica del nostro organismo (120000 kcal totali contro le 1200 del glicogeno).
Il tessuto adiposo è localizzato nel sottocute e intorno agli organi interni.
L’idrolisi dei trigliceridi ad acidi grassi e glicerolo è catalizzata dagli enzimi lipasi.
I trigliceridi non si sciolgono in acqua (non hanno alcuna parte polare nella molecola), ma viaggiano nel sangue ricoperti da una guscio proteico, sotto forma di chilomicroni e di particelle lipoproteiche (VLDV, LDL, HDL).

FOSFOGLICERIDI = esteri del glicerolo con 2 acidi grassi e una “testa polare” contenente fosfato (da cui il nome fosfogliceridi) che può essere fosfo-etanolammina (in figura), fosfo-serina, fosfo-inositolo o fosfo-colina.

Insieme al colesterolo, sono i costituenti delle membrane cellulari. Formano strutture sopramolecolari chiamate doppi strati (non formano micelle).

COLESTEROLO = struttura a 4 anelli carbociclici condensati (a ogni angolo e su ogni punta c’è un carbonio).

Il colesterolo è un componente importante delle membrane cellulari e dal colesterolo il fegato produce i sali biliari (importanti per la digestione).
L’unica parte polare della molecola è l’OH: nei doppi strati delle membrane l’ossidrile si orienta verso la fase acquosa (intra- o extra-cellulare) e il resto della molecola (che è planare) si infila in mezzo alle code degli acidi grassi. Il colesterolo impedisce l’impaccamento delle code degli acidi grassi e assicura fluidità alle membrane.