Riforma Gelmini: Liceo Artistico - Architettura e ambiente

Di Barbara Leone.

Dopo il primo biennio di scuola, gli studenti del liceo artistico possono scegliere tra vari indirizzi di studio: ecco obiettivi ed orario per le "architettura e ambiente"

Dall'anno scolastico 2010/2011 entra in vigore la riforma scolastica del Ministro Gelmini, che prevede una riorganizzazione di tutte le scuole. Anche al Liceo Artistico sarà dato maggiore spazio allo studio delle lingue straniere, per offrire agli studenti una preparazione più completa. Il Liceo dovrà preparare gli studenti che vogliono continuare gli studi dopo la maturità, sia nelle università che nelle accademie d'arte; ma prepararli ad affrontare il mondo del lavoro, per chi decide di trovare subito una occupazione. Dopo un primo biennio comune, gli studenti iscritti al Liceo Artistico possono scegliere tra 6 diversi indirizzi di studio, tra cui "Architettura ed ambiente". Ecco gli obiettivi che gli studenti devono raggiungere ed il prospetto orario delle varie materie da seguire.

Alla fine del percorso di studi, gli studenti che hanno scelto l'indirizzo in "Architettura ed ambiente" devono:
- conoscere gli elementi costitutivi dell’architettura a partire dagli aspetti funzionali, estetici e dalle logiche costruttive fondamentali;
- avere acquisito una chiara metodologia progettuale applicata alle diverse fasi da sviluppare (dalle ipotesi iniziali al disegno esecutivo) e una appropriata conoscenza dei codici geometrici come metodo di rappresentazione;
- conoscere la storia dell’architettura, con particolare riferimento all’architettura moderna e alle problematiche urbanistiche connesse, come fondamento della progettazione;
- avere acquisito la consapevolezza della relazione esistente tra il progetto e il contesto storico, sociale, ambientale e la specificità del territorio nel quale si colloca;
- acquisire la conoscenza e l’esperienza del rilievo e della restituzione grafica e tridimensionale degli elementi dell’architettura;
- saper usare le tecnologie informatiche in funzione della visualizzazione e della definizione grafico-tridimensionale del progetto;
- conoscere e sapere applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma architettonica.

Ecco il prospetto delle ore relativo alle varie materie, per ogni anno di studio, previsto dal Ministero dell'Istruzione: