Le regole d'oro per il ripasso della seconda prova

Di Valeria Roscioni.

Ecco tutto ciò di cui avete bisogno per un ripasso completo prima di affrontare la seconda prova di matematica. Un bignami estrapolato anche tenendo in considerazione le prove degli anni precedenti

SECONDA PROVA: IL RIPASSO - Cominciamo subito dalle dolenti note (quelle che è sempre meglio affrontare quando si è ancora a mente fresca!): il problema più grande nell’affrontare il ripassone pre-esame è la consapevolezza che vi viene chiesto di dimostrare la vostra preparazione anche sul programma degli anni precedenti. Il che vuol dire che o avete una memoria che neanche Pico della Mirandola poteva vantare, o che presto verrete assaliti da un vuoto di memoria tale da non poter essere descritto da aggettivo alcuno.

Seconda prova maturità 2016: guida alla traccia di matematica

SECONDA PROVA MATEMATICA - Niente panico però; esiste una terza via: organizzate lo studio in due macro-sezioni e, per ciascuna di esse, createvi un piccolo formulario che sarà preziosissimo per ripassare il giorno prima del compito e per evitare di mettere a soqquadro la stanza alla ricerca del corollario che vi siete sognati la notte.

FASE 1: Il ripasso degli anni precedenti.

Mettetevi bene in testa che non potete sapere ogni cosa come se l’aveste fatta ieri. Vi servono basi solide e, soprattutto, una mappa chiara delle vostre lacune che vi aiuterà a non perdere tempo, in fase di esame, con quesiti che tanto non siete in grado di risolvere (ne potete scartare 5 su 10 perciò non preoccupatevi!).

Ecco le nozioni da includere nel formulario:

- Divisione di polinomi (per limiti e integrali)
- Scomposizione in fattori con la regola di Ruffini
- Allenati con varie equazioni e disequazioni. Se riesci ad iindividuarne la tipologia sei a cavallo: al 90% le risolverai in un lampo

- Disequazioni con logaritmi, esponenziali, seno, coseno e tangente.

Geometria:

- Proprietà di triangoli, quadrilateri e poligoni,
- Teoremi di Pitagora, Euclide, Talete
- Teoremi delle tangenti e delle secanti
- Proprietà dei quadrilateri inscritti e circoscritti alla circonferenza
- Formule delle aree dei triangoli inscritti e circoscritti a una circonferenza, e, in generale, le formule di aree e volumi.

Geometria analitica:

- Formule sulle coniche (parabola, ellisse iperbole etc…)
- Formula della distanza punto-retta
- Formule riguardanti i fasci di rette

Trigonometria:

- Relazioni sui triangoli rettangoli
- Teoremi dei seni
- Teorema di Carnot
- Definizioni di funzioni trigonometriche
- Le formule di addizione, duplicazione, bisezione (ecc)

FASE 2: Il ripasso del programma di quest’anno.

- Comincia con i limiti e ripercorri tutte le varie scorciatoie che ti consentono di risolvere quelli in forma indeterminata. Per farlo ripercorri il tuo quaderno passo passo controllando bene gli esercizi e annotandoti man mano regole, teoremi e definizioni. Alla fine avrai un quadro generale molto soddisfacente.

- Riguarda il calcolo combinatorio e quello delle probabilità (con tanto di teoremi). Non sono complessi (escluso il teorema di Bayes che è un po’ più antipatico) e potrebbero aiutarti a risolvere in velocità almeno un quesito.

- Come teoremi ripassa quello della media, quello di Lagrange e quello di Rolle che sono grandi classici della seconda prova.

- Ripassa i tre tipi di discontinuità delle funzioni e tieni a portata di mano degli esempi chiarificatori.

Ora sai tutto e, se hai seguito le nostre istruzioni, hai due formulari imbattibili per il ripasso dell’ultimo minuto!

Vuoi restare sempre aggiornato su tutte le novità riguardo la maturità? Iscriviti al gruppo Maturità 2016 su Facebook!