Poesie di Natale: Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta

Di Marta Ferrucci.

Poesie di Natale: testo completo della poesia "Bambino Gesù, asciuga ogni lacrima" di Giovanni Paolo II e della poesia "E' Natale" di Madre Teresa di Calcutta

PREGHIERA DI NATALE DI PAPA GIOVANNI PAOLO II - Giovanni Paolo II è stato il primo papa non italiano dopo 455 anni. Il suo pontificato è uno dei più lunghi della storia ed è durato dal 1978 al 2005.

il tema svolto su Giovanni Paolo II

POESIA DI GIOVANNI PAOLO II - Viene ricordato per il suo carisma e la vigorosa azione contro il comunismo e l'oppressione politica; anche per questo è considerato uno degli artefici del crollo dei sistemi del socialismo reale. Combatté la Teologia della Liberazione e stigmatizzò il capitalismo sfrenato ed il consumismo, considerati antitetici alla ricerca della giustizia sociale.

le poesie di Quasimodo e Umberto Saba- Le poesie di Gianni Rodari



Bambino Gesù, asciuga ogni lacrima - Giovanni Paolo II
Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!
Accarezza il malato e l’anziano!
Spingi gli uomini
a deporre le armi
e a stringersi in un universale abbraccio di pace!
Invita i popoli,
misericordioso Gesù,
ad abbattere i muri
creati dalla miseria
e dalla disoccupazione,
dall’ignoranza
e dall’indifferenza,
dalla discriminazione e dall’intolleranza.
Sei tu,
Divino Bambino di Betlemme,
che ci salvi,
liberandoci dal peccato.
Sei tu il vero e unico Salvatore,
che l’umanità spesso cerca a tentoni.
Dio della pace,
dono di pace
per l’intera umanità, vieni a vivere
nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii tu la nostra pace
e la nostra gioia!


Madre Teresa di Calcutta è stata una religiosa albanese di fede cattolica, fondatrice delle Missionarie della Carità. Il suo lavoro tra i poveri di Calcutta l'ha resa una delle persone più famose al mondo. Leggi la sua biografia

Nel 1979 ha vinto il Premio Nobel per la Pace
e il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II.

E' Natale - Madre Teresa di Calcutta
E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.
E’ Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.
E’ Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.
E’ Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.
E’ Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.
E’ Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.