Le facoltà che ti danno lavoro

Di Valeria Roscioni.

In quanti lavorano a quattro anni di distanza dalla laurea? Quali sono le facoltà che vantano i tassi occupazionali più alti? Ecco i dati dell'Istat

Tanta, tantissima, fatica per arrivare alla laurea e poi? E poi il tanto agognato posto di lavoro non arriva esattamente servito su piatto d’argento. Certo, trovare un’occupazione dipende molto dalle proprie attitudini e da quanto impegno si mette nella ricerca, ma la verità è che esistono dei corsi di laurea in grado di rendere tutto ancora più difficile. Come se la situazione non fosse già abbastanza complessa, nel 2011 lavorava il 71,5% dei laureati che avevano conseguito il titolo quattro anni prima mentre nel 2007 la stessa percentuale era il 73,2, infatti, alcune facoltà sono un vero e proprio rischio da assumersi con una certa coscienza.

LE DIECI COMPETENZE PIU' RICHIESTE DAL MERCATO DEL LAVORO >>

laureatiDati Istat alla mano, ecco dunque come stanno le cose. Primo: in linea generale non sempre la laurea specialistica premia chi ha deciso di rimanere più a lungo sui libri. Infatti dopo un anno dal conseguimento di una biennale solo il 58,2% dei laureati trova lavoro a differenza di quanto accadeva nel 2008 quando la percentuale era più alta di quasi dieci punti. Ad onor del vero, però, occorre specificare che, sempre per quel che riguarda i laureati del 2007, ora ben l’82, 1 % ha trovato lavoro, anche se questo non dà nessuna garanzia ai loro colleghi dello scorso anno che, anche in questo caso, potrebbero trovarsi alle prese con i dieci punti di calo di cui sopra.

CERCHI LAVORO? AFFIDATI ALLE CONOSCENZE PERSONALI >>


Posto quindi che non sempre avere una laurea magistrale premia, le triennali che vantano i tassi occupazionali più alti sono quelle appartenenti alle professioni sanitarie infermieristiche e ostetriche; mentre coloro che vorranno avere un percorso universitario di due anni più lungo dovranno scegliere ingegneria (meccanica, gestionale, edile ed elettronica sono tutte opzioni ottime) oppure architettura o, ancora, scienze economico-aziendali. Tutte facoltà i cui laureati trovano lavoro in circa il 90% dei casi.

MILLE OFFERTE DI LAVORO PER TE >>

Versano invece in una situazione decisamente peggiore i laureati in scienze biologiche, scienze della terra e lettere e filosofia che, a prescindere dal tipo di laurea conseguito, hanno i tassi di disoccupazione più alti.

FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE >>


Questo ovviamente non significa affatto escludere definitivamente alcune facoltà dalla rosa delle scelte possibili: spesso il percorso universitario è segnato più dalla passione per una materia che dall’effettiva utilità di essa. Resta il fatto che per fare una scelta consapevole determinati dati non devono assolutamente essere ignorati.