Il lavoro stagionale in Italia

Di Marta Ferrucci.

Il lavoro stagionale in Italia è legato soprattutto al turismo e all'agricoltura: ecco come trovare lavoro in questi settori e a chi rivolgersi

LAVORO STAGIONALE IN ITALIA

Il trattamento economico non è eccezionale ed i ritmi sono piuttosto duri, tuttavia può essere un'esperienza divertente e formativa sopratutto per chi, in futuro, ha intenzione di lavorare molto a contatto con la gente.

In alternativa c'è il lavoro agricolo presso le piantagioni di frutta e verdura che, specialmente durante il periodo estivo, richiedono mano d'opera. Per potere accedere a lavori in questo settore è necessario iscriversi nelle liste della Sezione Circoscrizionale per l'Impiego e Collocamento in Agricoltura.

Lavoro stagionale in Italia
Lavoro stagionale in Italia — Fonte: istock

LAVORO STAGIONALE AGRICOLTURA

Chi si iscrive nelle liste agricole della Sezione Circoscrizionale, ha la possibilità di lavorare nei magazzini ortofrutticoli. Coloro che desiderano adoperarsi per la raccolta nei campi devono rivolgersi direttamente ad Aziende Agricole o, meglio ancora, agli agricoltori stessi.
Il periodo primavera-estate prevede la raccolta di fragole, pesche, pere, mele e kiwi mentre, quando ci si avvicina all'autunno si raggiunge la stagione della vendemmia. Per quanto riguarda la vendemmia, le opportunità di lavoro sono di due tipi, ossia: a) la raccolta direttamente nei campi, nei mesi di settembre e ottobre; b) la lavorazione dell'uva nelle cantine sociali, nei mesi di settembre, ottobre e novembre.

LAVORO STAGIONALE ESTIVO

Se riuscirete a trovare un lavoro nel periodo estivo è importante che vengano concordate con precisione le modalità del rapporto di lavoro. In particolare è opportuno chiarire quali sono i compiti assegnati e l'orario di lavoro, la retribuzione, il periodo e gli eventuali riposi settimanali. Eventuali dubbi o problemi che potessero sorgere è bene che vengano chiariti prima di iniziare il rapporto di lavoro; ciò vi eviterà inutili contenziosi o perdite di tempo. Ricorda che stai cercando un lavoro, quindi diffida di chi ti propone di sottoscrivere impegni che ti obblighino oppure versare soldi.

Attenti alle truffe! Come in ogni settore, ci sono persone serie ed altre meno. Diffidate delle agenzie che, prima dell'assunzione, propongono corsi a volte molto cari, non garantendo neanche il lavoro.
Qualora l'azienda vi chiedesse di svolgere uno stage per testare le vostre capacità, non dovrete pagare nulla per questo. Ricordate di leggere sempre con attenzione il contratto e di non fidarvi di accordi o promesse verbali; vitto, alloggio, viaggio di andata e ritorno devono essere a carico del datore di lavoro. Nel contratto, inoltre, dovrà essere prevista l'assicurazione a carico dell'azienda. Tra le varie clausole dovrà essere considerata la possibilità di una risoluzione anticipata del rapporto di lavoro. Lo stipendio, in mancanza di inadempienze da parte del lavoratore, deve essere corrisposto per l'intero periodo lavorato.