Mi chiamo Silvia e mi prostituisco perchè non trovo uno straccio di lavoro

Silvia, come Vincent, ha iniziato a prostituirsi durante il dottorato di ricerca, per pagarsi gli studi. Dopo il dottorato, però, il lavoro non è arrivato e nonostante le collaborazioni con l'università la prostituzione è l'unica attività che le consente di pagare l'affitto. A chi dice che ci sono 1.000 altri modi per guadagnare Silvia dice che non è così, non per lei, non per questa generazione. Ecco la sua storia

di 22 dicembre 2014

LA STORIA DI SILVIA - "Leggendo la testimonianza di Vincent mi è parso di avere uno schermo dove veniva riprodotto il film della mia vita. Non c'è nulla di diverso nella mia storia rispetto alla sua, se non che io un Dottorato di ricerca l'ho già preso, ed ora non trovo uno straccio di lavoro.

Lavoro nel centro Italia, preparo mille concorsi, mando curricula per qualsiasi annuncio (ho fatto di tutto,e non mi spaventa o "sdegna" nessun tipo di lavoro... come potrebbe!). A me basterebbe poter continuare a studiare, collaborare all'università dove continuo ad oggi a collaborare, un lavoro che mi consenta di pagare l'affitto e mangiare (magari anche pagare l'assicurazione auto...finchè camminerà!). Il problema è che quando invio un c.v. anche per "donna delle pulizie", non viene preso in considerazione, il più delle volte viene scartato nel momento in cui arrivano alla voce:  "Titoli di studio acquisiti".

 

 

primi-passi-lavoro-dottorandi-prostituzione2Leggi anche: Inchiesta: Sesso a pagamento per pagarsi gli studi


Soprattutto un lavoro che non mi obblighi a vivere questa doppia vita che ho iniziato proprio quando facevo il dottorato di ricerca e che (pur provandoci, facendo anche 4 lavori insieme) ha ripreso piede nella mia vita. Detesto chi dice che ci sono mille altri modi per poter lavorare e studiare... non è così, non per noi, non per questa generazione. E così... ecco che anche io sono partita da un semplice annunci su internet ed un paio di foto... e con il tempo il giro della clientela si è formato.

Come Vincent non "esagero", di solito non incontro più di due persone al giorno.
Ma sono stanca. Talmente stanca che l'anno scorso ho tentato il suicidio... ed evidentemente ci sono quasi riuscita, considerando che sono rimasta in coma per dieci giorni. Ero davvero stanca di vivere...ora sono solo stanca di vivere così. Una vita finta,la mia famiglia che non merita tutte queste bugie, e tante volte l'ansia che ricominci una nuova giornata,perchè già so come andrà.

 


OFFERTE DI LAVORO - Tante opportunità nel Cerca Lavoro


Tutti quelli che hanno una storia come la nostra dovrebbero avere il coraggio di raccontarla pubblicamente, non siamo noi a doverci vergognare, ma chi ci obbliga a far questo, chi non ci permette di avere un sogno da realizzare o che ce lo lascia, ma ce lo fa pagar caro. A quel 37% che nel sondaggio "non giustifica" perche ci sono "1.000 alternative", beh... abbiano il buon cuore di salvare dei poveri diavoli come noi e rivelarci almeno una di queste 1000 alternative!

 

Hai una storia simile da raccontare? - Scrivi alla redazione


Non sono fiera di quello che faccio, mi sento in colpa ogni singolo  giorno di più e fortunatamente, non ho un fidanzato a cui nascondere o con cui condividere questo segreto. Per scelta ovviamente, sarebbe troppo complicato e sono sicura che se una donna possa compredere, sarebbe impossibile per un uomo farlo.
Ad ogni buon conto, le motivazioni che spingono giovani come noi a prostituirsi per vivere non sono segno di poca voglia di lavorare o voglia di soldi facili... se così fosse, io come il mio collega, sicuramente accetteremmo più incontri.
Ed invece esercitiamo la regola del "q.b." (quanto basta) e nulla di più.


Non si indignino per le nostre parole i ben pensanti..piuttosto si indigni chi legge queste testimonianze e ci rifletta. Ho paura del futuro, anzi non ne vedo affatto, possibile che non esiste chi possa dare una chance a persone come noi?"


Sondaggio

caricamento in corso...
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

129
Commenti

Pagina 1 di 8:
1 2 3 4 5 6 > »
Daniela mercoledì, 11 febbraio 2015

Beata te

Almeno tu riesci a prendere 2 soldi, io vorrei ricominciate a prostituirmi per poter dar da mangiare, vestire mio figlio e lasciare il padre

n° 36
unaspagnolainitalia85 giovedì, 25 settembre 2014

La speranza un po' alla volta svanisce

La mia solidarietà per tutti coloro che si trovano nella difficile situazione di non avere un lavoro. Anch'io sono disoccupata e ormai mi sento abilita, non vedo quasi prospettive future ne vedo il modo di uscire di questa situazione. Mi sembra di essere incastrata in un mondo a trappola che non mi appartiene e che mi è estraneo e inscrutabile. Mi sento fuori completamente del sistema produttivo e del mondo del lavoro. Anch'io sono laureata ma in una di quelle lauree che sono considerate inutile perché non focalizzate sulla produzione di beni materiali e per quanto mi riguarda ha servito soltanto a darmi cultura ma anche molta frustrazione.

Negli ultimi anni mi sono dedicata a lavori alienanti che non mi davano nessun stimolo intellettuale e mi facevano sentire quasi un automa che metteva il cervello in un cassetto prima di uscire di casa. Neanche dire quale erano le condizione contrattuali e la retribuzione...

Non so bene quale sarà il destino di questa generazione perduta, che non trova un posto al mondo e che fatica a sopravvivere, frantumando ogni sogno... ma so bene che sapere di non essere l'unico ad attraversare queste difficoltà può essere di grande aiuto. Almeno per me oggi è stato così, quindi grazie a tutti voi per aver condiviso le vostre storie.

Scusate se ci sono degli errori ma sono spagnola!

Forza e coraggio

n° 35
unaspagnolainitalia85 giovedì, 25 settembre 2014

R: La speranza un po' alla volta svanisce

Volevi dire ovviamente avvilita!

mark mercoledì, 25 febbraio 2015

R: R: La speranza un po' alla volta svanisce

:::( ahime che dispiacer.

amir martedì, 9 settembre 2014

machinico

Se bellissima

n° 34
luca sabato, 22 febbraio 2014

la speranza è l'ultima a morire

ciao silvia mi sn imbattuto in questo tuo annuncio cosi angosciante...ti lascio la mia mail sono un ragazzo ho aperto un negozio al centro italia di preciso a roma e sto cercando ragazzi/e a contratto per commesse in un negozio di abbigliamento se ti interessa contattami..ciao spero che troverai un lavoro lcrossi.rossi@gmail.com

n° 33
borobobo domenica, 2 marzo 2014

R: la speranza è l'ultima a morire

E secondo te lei è tanto idiota da accettare l'annuncio tuo e fare la pezzente di commessa e rifiutare di guadagnare 10.000 euro al mese per una ciucciatina qui e li?

robororo domenica, 2 marzo 2014

R: R: la speranza è l'ultima a morire

> E secondo te lei è tanto idiota da accettare l'annuncio tuo e fare la pezzente di commessa e rifiutare di guadagnare 10.000 euro al mese per una ciucciatina qui e li?

"lì"

Vivere martedì, 28 gennaio 2014

Sentire

Mandami una mail per favore vorrei che mi racconti... Forse posso aiutarti mail : smssalvador@libero.it

n° 32
Morire martedì, 28 gennaio 2014

R: Sentire

> Mandami una mail per favore vorrei che mi racconti... Forse posso aiutarti mail : smssalvador@libero.it

Ehm... A chi ha fatto la Sua richiesta, di grazia? All'autrice dell'articolo scritto 3 anni fa? All'autrice della lettera pubblicata nell'articolo, che l'avrà scritta anche prima? Mi aiuti a capire, non voglio credere che Lei si aspetti davvero una risposta da una di queste 2 persone...

Chiudi
Aggiungi un commento a Mi chiamo Silvia e mi prostituisco perchè non trovo uno straccio di lavoro...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 8:
1 2 3 4 5 6 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2015.03.01 alle 03:56:45 sul server IP 10.9.10.108