Controllo utente in corso...

La comunicazione non verbale

Non si comunica solo con la voce ma anche con gesti che non ci si accorge neanche di fare. Conoscerla e saperla gestire equivale a migliorare il proprio modo di porsi e di comunicare

di Marta Ferrucci 14 marzo 2007
Spesso accade che parlando durante un colloquio di lavoro, un esame all'università o semplicemente con un amico, il nostro corpo, i movimenti che facciamo, gli atteggiamenti che abbiamo, rivelino qualcosa che in realtà vogliamo tacere a chi ci sta davanti- ad esempio, durante un colloquio, vogliamo dare l'impressione di essere sicuri e distesi ma cominciamo a toccarci la gola, andando così a trasmettere segnali di angoscia-. In questo caso siamo stati traditi dalla nostra parte più emotiva: c'è un evidente contrasto tra la comunicazione verbale -ciò che si sta dicendo a voce- e la comunicazione non verbale -quello che il nostro corpo concretamente esprime-. Imparare a rendere coerente la comunicazione verbale e quella non verbale permette di essere più persuasivi e chiari migliorando così i rapporti interpersonali.


Infatti, le posizioni del corpo, i segni e i gesti che l'individuo esprime, durante un pensiero, durante un dialogo o altre forme di interazione, non sono casuali, ma correlati ai suoi stati emotivi. Il toccarsi in determinate zone del viso, l'accarezzarsi le labbra, il toccare gli oggetti in un certo modo sono gesti che permettono all'esperto della comunicazione non verbale di decodificare il linguaggio del corpo attraverso il quale parla la sfera inconscia. Se siete ad un colloquio di lavoro, ad esempio, un gesto di cui non vi rendete neanche conto potrebbe tradire la vostra insicurezza anche se state andando benissimo e vi sembra di rispondere ottimamente a tutto. E' importante conoscere il linguaggio non verbale perchè questo permette di migliorare moltissimo le proprie relazioni sia professionali che private.

Quali sono i canali di comunicazione non verbali?

Il volto, il contatto visivo e lo sguardo, lo spazio personale, i gesti.

Qual'è il significato di questi semplici gesti?
> Toccarsi il naso: strofinare la parte inferiore del naso (sotto le narici) con il dorso della mano significa rifiuto. Sfregare la parte esterna significa tensione emotiva, coinvolgimento.
> Toccarsi la gola: la zona della gola è legata all'angoscia; quindi se non si vuole trasmettere questo stato d'animo al proprio interlocutore si eviti di giocherellare con catenine, sistemare cravatte o colletti o grattarsi questa zona.
> Rosicchiarsi le unghie: è un gesto che scarica la tensione di chi lo compie. Osservarsi le unghie, invece, è un'azione legata al senso del giudizio.
> Toccarsi le labbra: è un segnale di gradimento.
Qualora si stia parlando con un amico o un'amica anche in questo caso ci saranno degli atteggiamenti dell'altra persona che ci faranno capire cosa pensa di noi, se è disponibile oppure no, se è attratta da chi le sta difronte oppure no. Sono segnali di gradimento gli avanzamenti del corpo, il mordicchiarsi le labbra, accarezzarsi i capelli, gambe e braccia non incrociate. Viceversa, sono gesti di rifiuto sfregarsi il naso con il dorso della mano, indietreggiare con il corpo, incrociare gambe e braccia.
> Portare l’indice ed il medio appaiati sulla guancia o davanti alle labbra: attenzione, riflessione.
> Accavallare le gambe ed intrecciare le dita delle mani attorno ad un ginocchio: atteggiamento caratteristico di chi è solito prendere le proprie decisioni con calma.
> Alzata di spalle, palme delle mani: debolezza passiva, manifestazione di resa.
> Togliere e mettere frequentemente gli occhiali: in un miope è indizio di ricorrente desiderio di non vedere, di non accettare una cosa ovvero un avvenimento di qualsivoglia genere.
> Aggiustarsi frequentemente il nodo della cravatta o i risvolti della giacca: tale gestualità può suggerire l’esistenza di un complesso di inferiorità (paura di non essere perfettamente a posto). Nei rapporti con l’altro sesso, accompagna di norma un qualche tentativo di adescamento; anche un venditore può, più o meno inconsciamente, tentare di adescare un cliente di sesso opposto. Toccarsi la cravatta o tirarla verso l’esterno serve anche scaricare (o a suggerire) la propria eccitazione. E’ anche l’equivalente della esibizione fallica molto frequente fra i primati.

Tutto questo vi sembra irreale e impossibile da gestire? Date un'occhiata a questi libri!
> Mauro Mazzolino: La comunicazione invisibile -Gli aspetti non verbali della comunicazione- Edizioni Carlo Amore.
> John T. Molloy: Dress for success, Paperback (si può acquistare su www.amazon.com, sia nuovo che usato).
> Watzlawick, Prammatica della comunicazione umana, Astrolabio.

 

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

18
Commenti

Pagina 1 di 3:
1 2 3 > »
federica sabato, 26 ottobre 2013

comunicazione

Grazie!un sito davvero utile,che aiuta ad amplificare le proprie conoscenze sulla comunicazione!

n° 12
FrancoS. lunedì, 29 agosto 2011

Comunicazione Non Verbale

grazie LinguaggioDelCorpo, sito davvero molto interessante

n° 11
ALLARME SPAM lunedì, 29 agosto 2011

R: Comunicazione Non Verbale

> grazie LinguaggioDelCorpo, sito davvero molto interessante

LinguaggiodelCorpoSegreto lunedì, 29 agosto 2011

LinguaggioDelCorpoSegreto

Molto interessante, qui ho trovato altri gesti molto interessanti.

www.linguaggio-del-corpo.net

n° 10
ALLARME SPAM lunedì, 29 agosto 2011

R: LinguaggioDelCorpoSegreto

> Molto interessante, qui ho trovato altri gesti molto interessanti.
>
> www.linguaggio-del-corpo.net

.... sabato, 6 agosto 2011

+ Libri

potete anche leggere questi 2 libri molto interessanti:
- i volti della menzogna, Paul Ekman
-come mai mentiamo con gli occhi e ci vergogniamo con i piedi, Allan e Barbara Pease

n° 9
Michele lunedì, 4 ottobre 2010

Corso sul comportamento non verbale del volto Facial Action Coding System

Corso sul comportamento non verbale del volto Facial Action Coding System si terrà 29, 30, 31 ottobre 2010 a Trieste presso il CRF - Laboratorio di Psicologia della Comunicazione in collaborazione con l'Università degli Studi di Trieste.
Per informazioni visita il sito http://www.facsitaly.altervista.org/

n° 8
Elena sabato, 6 luglio 2013

R: Corso sul comportamento non verbale del volto Facial Action Coding System

vedi anche Laboratorio di Analisi comportamentale specializzato in comunicazione non verbale www.neurocomscience.org

ALLARME SPAM sabato, 6 luglio 2013

R: R: Corso sul comportamento non verbale del volto Facial Action Coding System

> vedi anche Laboratorio di Analisi comportamentale specializzato in comunicazione non verbale www.neurocomscience.org

...del GENIO che risponde a messaggi di 3 anni fa si sentiva la mancanza...ma anche no...

Chiudi
Aggiungi un commento a La comunicazione non verbale...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 3:
1 2 3 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.16 alle 09:10:12 sul server IP 10.9.10.235