Puglia, c'è voglia di Start-Up: c'è il nuovo attesissimo bando per imprenditoria giovanile e femminile

Le start-up sono l'incentivo che può segnare la svolta nella vita di chi, tra i giovani, le donne, i disoccupati, i lavoratori in procinto di perdere il posto, i cassaintegrati, i ragazzi con tanta voglia di fare, abbia voglia di mettersi in proprio aprendo una piccola impresa. Le domande devono essere presentate a partire dal 30 novembre 2010. "Con il bando Start up diamo ai giovani e alle donne la possibilità di compiere una piccola rivoluzione esistenziale"

di andrea maggiolo 9 novembre 2010
C'è un nuovo bando per l'imprenditoria giovanile in Puglia. Le start-up sono l'incentivo che può segnare la svolta nella vita di chi, tra i giovani, le donne, i disoccupati, i lavoratori in procinto di perdere il posto, i cassaintegrati, i ragazzi con tanta voglia di fare, abbia voglia di mettersi in proprio aprendo una piccola impresa.

Il nuovo bando
Il portale dell'Area Politiche per lo Sviluppo economico, il Lavoro e l'Innovazione della Regione Puglia, ha finalmente pubblicato il bando, attesissimo. C'è circa un mese di tempo per inoltrare le domande che potranno essere inviate a partire dal 30 novembre ma senza termini finali visto che il bando è a sportello, quindi sarà aperto fino all'esaurimento delle risorse.

400.000 euro a fondo perduto
L'Avviso, che ha una dotazione di 43milioni in tutto (16 già utilizzati per la prima fase, 27 a disposizione di questa) mette a disposizione a fondo perduto fino a 400mila euro per ogni microazienda, di cui 150mila euro possono essere spesi per investimenti, acquisto di locali, suoli, strumenti e attrezzature e 250mila per i costi di gestione, dunque stipendi, affitti e leasing di attrezzature, bollette. Il tutto per tre anni di esercizio.

La tua nuova microazienda
ufficio_16Le microaziende da avviare devono essere di nuova costituzione e inattive al momento della presentazione della domanda. I settori che potrebbero ricevere gli aiuti sono moltissimi. Si va dalla produzione industriale di pasti e piatti pronti, alla fabbricazione di tappeti, articoli in paglia, prodotti farmaceutici, e ancora computer, autoveicoli, costruzioni e attività di produzione cinematografica, design, interpretariato, attività di pulizia e organizzazione di convegni, imprese commerciali nelle aree eleggibili quali Zone Franche urbane per situazioni di disagio.

Chi fa domanda per un'impresa artigiana avrà la possibilità di ricevere l'incentivo anche se succede all'azienda paterna o di un parente entro il secondo grado (padre, nonno, fratello), a condizione tuttavia che l'azienda acquisti l'intera impresa artigiana esistente.

Tutti i requisiti
In generale le imprese devono essere costituite per la maggioranza da candidati con queste caratteristiche:
- giovani tra i 18 e i 25 anni di età
;
- persone tra i 26 e 35 anni che non abbiano ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;
- soggetti al massimo trentacinquenni che nell'ultimo biennio dalla data di presentazione della domanda abbiano completato percorsi formativi coerenti con l'attività da intraprendere, finanziati o autorizzati dal sistema pubblico della formazione professionale;
- donne di età superiore a 18 anni;

"Una piccola rivoluzione esistenziale"
"Con la pubblicazione del nuovo bando Start up - ha detto la Vice Presidente della Regione Puglia e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone - diamo ai pugliesi e soprattutto ai giovani e alle donne la possibilità di compiere una piccola rivoluzione esistenziale avendo fiducia nelle proprie idee e nella propria volontà di farcela. Le politiche regionali accompagneranno il loro spirito imprenditoriale con questo incentivo che continua a rappresentare un caso unico in Italia".

Come fare domanda?
La domanda di accesso deve essere presentata per via telematica attraverso il portale www.sistema.puglia.it

Link utili
Guida completa ai finanziamenti per imprenditoria giovanile
Come fare un Business Plan vincente
Finanziamenti per aprire un Franchising
Giovane Impresa, il nuovo sito per gli under 35
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

5
Commenti

EURORISPARMIO ONLINE GRATIS domenica, 4 settembre 2011

La puglia offre lo start up ai giovani?

Sono a conoscenza di un caso del genere perchè un mio amico aveva chiesto dei finanziamenti per aprire un attività in proprio e lo aveva chiesto 10 anni addietro € 25.000,00 dal responsabile che doveva far partire la pratica si e sentito dire che se voleva veramente avere accesso al finanziamento doveva dare lui € 12.000,00 euro al responsabile e poi gli sarebbe stato concesso il prestito Ahi! Ahi! Ahi! ITALIA.

n° 3
OCCHIO @ "eurorisparmio" domenica, 4 settembre 2011

R: La puglia offre lo start up ai giovani?

> Sono a conoscenza di un caso del genere perchè un mio amico aveva chiesto dei finanziamenti per aprire un attività in proprio e lo aveva chiesto 10 anni addietro € 25.000,00 dal responsabile che doveva far partire la pratica si e sentito dire che se voleva veramente avere accesso al finanziamento doveva dare lui € 12.000,00 euro al responsabile e poi gli sarebbe stato concesso il prestito Ahi! Ahi! Ahi! ITALIA.

Fate attenzione a chi va in giro per il sito a spammare la pubblicità di "eurorisparmio" mascherandola da normale commento all'articolo nella pagina: si tratta di una fregatura bella e buona, è solo un modo per turffare la gente e soprattutto i giovani come noi e d'altronde se il tizio che lavora per loro si serve di mezzucci come camuffare lo spam da semplice messaggio relativo all'argomento trattato mettendosi "eurorisparmio" come nome e facendo in modo che cliccandoci sopra si venga indirizzati al sito per cui lavora possiamo solo immaginare come quelli che stanno sopra di lui (o dietro, poverino!) siano abituati a turlupinare la gente...

fauniana sabato, 23 aprile 2011

Puglia...

...c'evvoglia de che?!

n° 2
floriana sabato, 23 aprile 2011

R: Puglia...

> ...c'evvoglia de che?!
De "startàppeee"!!!

floriana sabato, 23 aprile 2011

solo fumo negli occhi

A cosa serve creare bandi sempre nuovi e nuove iniziative se non si riescono a portare a termine nemmeno quelle precedenti? guardate il bando welfare to work, fondi esauriti in pochissimo tempo e tante, tantissime domande e progetti presentati, buttati nel cestino. e chi come me si è impegnato con le proprie risorse indebitandosi ora si trova solo. Prima di procedere a nuovi bandi avrebbero potuto accogliere le domande di chi le aveva fatte prima, così da aiutare chi come me ha iniziato lo stesso a lavorare.
un consiglio a tutti, non sperate negli aiuti regionali, sono solo fumo negli occhi e propaganda elettorale

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a Puglia, c'è voglia di Start-Up: c'è il nuovo attesissimo bando per imprenditoria giovanile e femminile...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.12.19 alle 11:05:34 sul server IP 10.9.10.107