Insegnare italiano all'estero: tutte le opportunità

Assistenti di lingua, lettori universitari, insegnanti in scuole private o istituti di cultura. In base al titolo di studio o alle proprie precedenti esperienze di lavoro (se si ha qualche anno in più) ci sono varie possibilità per insegnare la lingua italiana all'estero. Il Ministero dell'Istruzione e quello degli Esteri offrono finanziamenti sia a studenti universitari vicini al termine della loro carriera universitaria, sia a laureati. Scopriamo come ottenere il lavoro

di andrea maggiolo 14 luglio 2010
E' un'esperienza di lavoro e allo stesso tempo formativa, a cui sono interessati ogni anno sempre più ragazzi e ragazze, anche in conseguenza delle difficoltà che sta attraversando il mercato del lavoro italiano. Andare a insegnare italiano all'estero è possibile. Le opportunità ci sono, basta saperle cercare.

GUIDA PER INSEGNARE ITALIANO ALL'ESTERO
In base al titolo di studio o alle proprie precedenti esperienze di lavoro (se si ha qualche anno in più) ci sono varie possibilità per insegnare la lingua italiana all'estero. Il Ministero dell'Istruzione e quello degli Esteri offrono finanziamenti sia a studenti universitari vicini al termine della loro carriera universitaria, sia a laureati.

L'attuale rete scolastica all'estero è composta da 183 scuole italiane e 111 sezioni italiane presso scuole straniere (bilingui o a carattere internazionale). In totale lavorano nelle scuole italiane e nelle sezioni italiane presso le scuole straniere 430 persone, ma considerando anche gli istituti privati si superano le 1000 unità. Scopriamo tutte le opportunità per chi vuole provare questa esperienza.

design-ufficio-ragazzoASSISTENTI DI LINGUA
Come si svolge il lavoro di un assistente? L'assistente lavora in scuole di vario ordine e grado (non nelle università) sempre però sotto la guida dell'insegnante straniero di italiano. L'assistente si occupa di fare conversazione guidata per un minimo di 12 ore alla settimana.

I paesi in cui si può fare questa esperienza sono Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Regno Unito e Spagna. Di solito si richiede un impegno per un intero anno scolastico. Il bando di concorso è pubblicato ogni anno a dicembre dal Ministero dell'Istruzione, e la scadenza è solitamente alla metà del mese di gennaio.

Quali sono i requisiti richiesti? Bisogna essere iscritti almeno al terzo anno di Lingue e culture moderne, Lettere o Scienze della mediazione linguistica oppure avere già conseguito la laurea in Lingue e letterature straniere moderne, Lingue e culture europee, Studi comparatistici, Interpreti e Traduttori o Lettere. Inoltre, come è naturale, se si è studenti bisogna avere sostenuto almeno due esami di Lingua del paese straniero per il quale si presenta la domanda. Il bando per assistenti viene pubblicato su Gazzetta Ufficiale e sito del MIUR.

LETTORI UNIVERSITARI
Il Ministero degli Esteri ogni anno seleziona dei lettori di lingua italiana da destinare a università straniere. Per partecipare a questa selezione però, oltre ad avere la laurea in Lettere o Lingue Straniere, è necessario essere docenti di ruolo in Italia. Un lettore lavora in media per 36 ore settimanali. C'é anche un'altra via per provare a diventare lettore: si deve inviare il curriculum (in italiano e nella lingua straniera prescelta) direttamente alle università in cui si vorrebbe lavorare: il MAE eroga infatti alcuni finanziamenti direttamente agli atenei stranieri.

INSEGNANTI NEGLI ISTITUTI ITALIANI DI CULTURA
Gli Istituti italiani di cultura sono ormai diffusi in tutte le grandi città del mondo, non solo nelle capitali. Hanno l'obiettivo di diffondere lingua e cultura italiana all'estero, e quindi organizzano corsi di italiano. Per ottenere un posto in uno degli istituti biosgna passare attraverso concorso puublico: tenete quindi d'occhio la Gazzetta Ufficiale e i siti internet degli Istituti, dove vengono pubblicati i bandi.
insegnante1
Tra i requisiti necessari c'è la laurea in Lettere o Lingue e letterature straniere con voti 110/110 e una buona conoscenza di almeno una lingua straniera. L'incarico dura un anno.

Link: Istituti Italiani di Cultura all'estero


SUPPLENTI ALL'ESTERO
Le supplenze sono stabilite dal Ministero per coprire i posti momentaneamente liberi nelle scuole italiane all'estero (statali, private, corsi di lingua). Come è ovvio, una supplenza può durare un giorno, una settimana o più mesi. Per ottenere questi posti si entra in graduatorie ministeriali, che vengono redatte ogni 3 anni. Percorso impervio, a quanto pare. Possono essere attivati anche posti di contingente statale: in questi casi nei corsi di livello elementare possono insegnare anche coloro che hanno il diploma magistrale, mentre nei corsi di livello medio, possono insegnare i laureati in lettere e in lingue.

COME CANDIDARSI?
I concorsi sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, come già detto. Se la via dei concorsi è troppo lunga e volete fare prima, potete anche provare a inviare la vostra candidatura (curriculum + domanda di assunzione) alle scuole italiane (private) all'estero. E' capitato persino, in passato e non raramente, di vedere inserzioni per ricerca del personale in alcune scuole private sui maggiori quotidiani italiani! Ecco l'elenco di tutte le scuole, pubbliche e private: SCUOLE ITALIANE ALL'ESTERO - SEZIONI ITALIANE IN SCUOLE STRANIERE - SCUOLE EUROPEE.

QUALE PAESE SCEGLIERE?
Dipende dalle motivazioni con le quali si parte. L'Europa è senz'altro la destinazione più immediata e semplice, dove i problemi di ambientamento saranno minimi, ma c'è anche chi decide di fare una scelta più stimolante e andare a dare il proprio contributo in paesi che si trovano ad affrontare situazioni difficili. Il Ministero degli esteri desfinisce questi paesi come "aree disagiate o particolarmente disagiate".

Link: Elenco delle sedi disagiate e particolarmente disagiate (aggiornato al 2009)

LINK UTILI
Gruppo Facebook "Insegnare Italiano all'estero"
Sito del Ministero degli esteri - Scuole all'estero
Gazzetta Ufficiale
Isitituti italiani di cultura all'estero
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

18
Commenti

Pagina 1 di 2:
1 2 > »
kimchee guesthouse mercoledì, 21 maggio 2014

lavora qualche ora e non paghi l'alloggio a Seoul

Ciao a Tutti,

Per chi volesse venire a Seoul, in Corea del Sud, la nostra Guesthouse offre lavoro (poche ore al giorno) a cambio di alloggiamento

Tutte le informazioni sul sito:

www.kimcheeguesthouse.com

n° 10
Jacopo sabato, 1 marzo 2014

insegnante di italiano

E per arrotondare è possibile cercarsi da soli gli studenti e fare lezioni individuali, come qui: http://caffescuola.com/

n° 9
gianni sabato, 1 marzo 2014

R: insegnante di italiano

> E per arrotondare è possibile cercarsi da soli gli studenti e fare lezioni individuali, come qui: http://caffescuola.com/

...e BASTA spam!!!

Giulia domenica, 15 settembre 2013

maestre

Io sono una laureata in scienze ella rformazione primaria, e sono un'insegnante della scuola primaria.
Come posso sfruttare la mia laurea all'estero??

n° 8
adaplazzo mercoledì, 2 gennaio 2013

Insegnare italiano all'estero, ma come?

Spero di far cosa gradita, così vi segnalo che il Centro Culturale Ama l'italiano di Barcellona annovera tra i suoi corsi anche quelli di preparazione alla certificazione DITALS - Formazione di professori per la Didattica dell'Italiano come Lingua Straniera -
DITALS I: 13-14; 20-21; 27-28 aprile 2013
DITALS II: 23-24 febbraio; 2-3; 9-10 marzo 2013
http://professoraditalia.wordpress.com/2012/12/29/ditals-corsi-e-esami/

n° 7
valentina lunedì, 11 febbraio 2013

R: Insegnare italiano all'estero, ma come?

mai sentito....in cosa consiste? forma professori di lingua italiana da mandare al'estero come lettori?!?

Dram domenica, 23 dicembre 2012

delusione

delusione

n° 6
Chiudi
Aggiungi un commento a Insegnare italiano all'estero: tutte le opportunità...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 2:
1 2 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.10.25 alle 20:59:27 sul server IP 10.9.10.102