Lavoro: in Italia non lo cerca più nessuno? I dati e le dritte utili

Di Valeria Roscioni.

Secondo l'Eurostat i disoccupati italiani che non cercano lavoro sono più di tre milioni. Come fare ad invertire la tendenza?

Sono poco più di sei milioni le persone che in Italia sono sfiduciate nei confronti del lavoro. Un dato allarmante proveniente dall’Eurostat che peggiora ulteriormente se lo si analizza. Il numero in questione è infatti derivato dalla somma tra coloro che risultano disoccupati (2,84 milioni) e coloro che, pur essendo disponibili a lavorare, non riescono neanche ad entrare nel mercato del lavoro (circa 3,3 milioni). Completa poi il quadro un’ultima, alquanto deprimente, postilla: all’interno di quest’ultimo gruppo vi è un sottoinsieme composto da oltre un milione e mezzo di persone, di cui 1,608 milioni residenti al Sud, che dichiara di essere scoraggiato a tal punto da non iniziare neanche a cercare un impiego.

CERCHI UN LAVORO? TROVI CENTINAIA DI OFFERTE SU STUDENTI.IT

La sensazione di impotenza è tale che la percentuale degli scoraggiati (che si aggira intorno all11,3%) è in netto aumento rispetto agli anni precedenti e rende l’Italia una sorta di unicum tra i Paesi dell’unione europea dove il fenomeno riguarda percentuali meno importanti della forza lavoro in Germania la percentuale è dell’1,3, nel Regno Unito del 2,5 e in Spagna, dove comunque il tasso di disoccupazione del 26%, del 5,1).

LE 10 MOSSE DA EVITARE QUANDO SCRIVI UN CURRICULUM

Posto che la situazione attuale è effettivamente critica e che la ricerca infinita di un impiego può, effettivamente, trasformarsi in una sorta di frustrante lavoro a tempo pieno, è comunque scontato affermare che rimanere immobili in attesa è un atteggiamento controproducente. Se anche tu, quindi, fai parte della percentuale dei disoccupati italiani ti consigliamo di non mollare e di seguire le nostre dritte per essere ancora più competitivo. Eccole:

Step numero uno: controlla che il tuo curriculum sia davvero perfetto

Per sapere come fare CLICCA QUI

Non hai la laurea? Allora segui questa GUIDA per un CV imbattibile

Step numero due: evita i passi falsi come QUESTI e cerca di risparmiare ( per sapere come fare leggi QUI)

Step numero tre: affina la tua tecnica in dieci semplici STEP