Lavorare all’università: come richiedere una borsa di collaborazione

Di Valeria Roscioni.

Cosa sono, come vengono assegnate e come si possono richiedere le borse di collaborazione studentesche

Lavorare mentre si studia non è un’impresa semplice, ma è spesso comunque necessario. Proprio per questo gli atenei italiani offrono agli studenti una preziosa possibilità: trovare un impiego part time all’interno dell’università stessa erogando servizi di vario genere agli altri studenti. Tali incarichi retribuiti, detti anche collaborazioni a tempo parziale o borse di collaborazione, sono regolamentati dall’articolo 13 della Legge 390 del 1991 dove è specificato che gli studenti non possono svolgere comunque attività di docenza né esami, e che non devono assumersi responsabilità amministrative.

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULL'UNIVERSITA'

La legge in questione prevede inoltre che: "L'assegnazione delle predette collaborazioni avviene nei limiti delle risorse disponibili nel bilancio delle università, con esclusione di qualsiasi onere aggiuntivo a carico del bilancio dello Stato, e sulla base di graduatorie annuali formulate secondo i criteri di merito e reddito

CERCHI LAVORO? SCOPRI LE OFFERTE DI STUDENTI.IT

Ti interessa? Per saperne di più consulta la guida qui sotto