"In english, please". Arrivano anche in Italia i corsi di laurea in inglese

Di Marta Ferrucci.

Finalmente sono arrivati e si stanno espandend a macchia d'olio. Stiamo parlando dei corsi di laurea in diverse discipline che si svolgono interamente in lingua inglese e che in alcuni casi prevedono periodi di studio all'estero. Una preparazione a 360° per affrontare il mondo del lavoro

Nei paesi del Nord Europa ci sono da parecchio, da noi i primi sono arrivati nel 2001. Parliamo dei corsi di laurea che si svolgono interamente in inglese e che, per questo motivo, hanno un valore aggiunto: gli studenti che li frequentano a conclusione del corso di laurea, oltra a trovarsi un titolo in tasca conosceranno l'inglese alla perfezione, con tutti i vantaggi che questa ulteriore skill comporta.

La Bocconi di Milano è stato l'ateneo precursore in questo campo ed ha inserito i corsi di laurea in inglese già sei anni fa. Quest'anno è disponibile un corso di laurea triennale, sei lauree specialistiche oltre a diversi master postlaurea e PhD per un totale di 23 corsi.

Il Politecnico di Torino da quest'anno offre 3 corsi di laurea di primo livello e sei corsi di laurea specialistica oltre a master e corsi di dottorato 100% in english. Chi sceglie di seguire un corso in inglese del Politecnico ci guadagna due volte perchè il primo anno non paga le tasse universitarie.

Allla Luiss di Roma, oltre a numerosi master in inglese, ci si può iscrivere al corso di laurea in General management con specializzazione in Business management for luxury and tourism, una laurea triennale in Economia e commercio che prevede due semestri in Olanda e da quest'anno parte il Double Degree in International management.

L'Università di Bologna ha tre lauree specialistiche e due master con lezioni interamente in inglese, a Camerino si possono seguire -sempre in lingua inglese- corsi di laurea in biotecnologie e biennali in geologia, fisica e biotecnologie farmaceutiche.

Benvenuta internazionalizzazione.