La laurea non serve a niente. Parola del Ministro Fornero

Di Valeria Roscioni.

L’inversione di tendenza è ormai ufficiale: i tempi della laurea a tutti costi, quella che (in teoria) serviva per lavorare, sono finiti

Senza il pezzo di carta non si va da nessuna parte. Intere generazioni sono cresciute a pane e mito della laurea che serve per trovare un lavoro ma poi sono rimaste inevitabilmente deluse. La crisi c’è e trovare un impiego è complesso per questo diventare dottori a tutti i costi non serve assolutamente a niente.

CERCHI UN LAVORO? CLICCA QUI >>

laureati_4Se ne è resa conto anche il Ministro del lavoro che si è schierata a favore dei percorsi formativi di tipo più pratico che teorico: “Laurearsi per laurearsi serve a poco.
Se ci si laurea male si hanno competenze modeste, che portano poco lontano, meglio non inseguire il titolo per essere dottori per forza.
Meglio avere una formazione tecnica spendibile. Bisogna ridare dignità al lavoro tecnico e operaio”.

I DIECI LAVORI BEN PAGATI CHE PUOI FARE SENZA UNA LAUREA >>

Queste sono le parole che la Fornero ha riservato agli studenti torinesi durante la consegna del Premio Optime.: “C'è un percorso da fare – ha dichiarato - perché abbiamo svilito la formazione tecnica e professionale e indotto tutti a pensare che se uno non frequenta l'Università e fa una scuola professionale vale meno di un dottore.

OLTRE MILLE OFFERTE DI LAVORO SU STUDENTI.IT >>

Non è così. Un Paese non può pensare che il lavoro operaio sia socialmente meno valido. Un percorso di studio che valorizza il merito capisce le attitudini personali e le valorizza senza appiattire tutti in una realtà di scarsa soddisfazione e scarso reddito”.

Speriamo che siano i primi passi per una svolta davvero significativa.