La buona scuola, consultazioni in chiusura. Ma gli studenti hanno già dato il loro verdetto

Di Marta Ferrucci.

Le consultazioni della buona scuola stanno per chiudersi con la tappa di Matera ma gli studenti hanno già detto la loro: da una indagine di Studenti.it che ha coinvolto oltre 4.300 utenti, i ragazzi hanno detto che per loro la buona scuola è quella che li avvicina al mondo del lavoro

LA BUONA SCUOLA - Si conclude il tour della buona scuola che chiude il 15 novembre a Matera, capitale della cultura 2019. Sul palco dell’Auditorium ‘Gervasio’ il Ministro Stefania Giannini racconterà i due mesi di consultazione sul documento del governo che hanno preso il via lo scorso 15 settembre.

Scarica il comunicato stampa dell'indagine di Studenti.it

LA BUONA SCUOLA E' QUELLA CHE TI INSEGNA A LAVORARE - Da una indagine di Studenti.it è merso che per i giovani la buona scuola è quella che ti avvicina al mondo del lavoro, che rinnova le materie nei licei, che fornisce connessioni internet veloci in tutte le classi e che consente alle famiglie di detrarre le spese scolastiche.

Per fare la nostra indagine siamo partiti dalla consultazione della Buona scuola. Siamo andati a curiosare nelle varie stanze della Buona Scuola - così sono chiamate le sezioni del sito all’interno delle quali sono raccolte le varie proposte - alla ricerca delle idee che stanno riscuotendo il maggior numero di like e che, in qualche modo, potrebbero influire direttamente sulla vita degli studenti.
Ne abbiamo individuate 10 che sono state sottoposte al loro giudizio per individuare quali sono le proposte presenti sul portale dedicato all’iniziativa che stanno avendo più successo tra gli studenti.

Leggi anche - la buona scuola, boom di partecipazione

SCUOLA, COME LA VOGLIONO GLI STUDENTI - All'indagine di Studenti.it hanno partecipato più di 4.300 utenti che a grande maggioranza, con il 27% dei voti, ritengono che la buona scuola sia quella che avvicina di più studenti e mondo del lavoro. Il 12% chiede connessioni Internet veloci in ogni aula mentre a pari merito, con l’11% di voti ciascuna, c’è la richiesta di dare maggior spazio a laboratori tecnici, introdurre Diritto ed Economia anche nei Licei ed avere l’opportunità di detrarre le spese scolastiche. Il 10% vorrebbe un pedagogista in ogni scuola, il 5% chiede che venga reintrodotta Arte negli Istituti Tecnici, un ulteriore 5% vorrebbe il Project management come nuova materia di insegnamento. Il 4% è a favore dell’utilizzo di software e open source a scuola ed infine ad un 3% piacerebbe avere il coding tra le materie di insegnamento.