Riforma Gelmini: Istituto Professionale - Settore Industria e Artigianato

Di Barbara Leone.

Guida al settore Industria e Artigianato del nuovo istituto professionale, con obiettivi di studio ed orario annuale comune ai due indirizzi in cui è suddiviso

Con l'entrata in vigore della riforma Gelmini della scuola, dall'anno scolastico 2010/2011, gli studenti che scelgono di iscriversi ad un istituto professionale possono scegliere tra due diversi settori: Servizi ed Industria e Artigianato. II settore Industria e Artigianato si caratterizza per una cultura tecnico-professionale che consente di operare efficacemente in ambiti connotati da processi di innovazione tecnologica e organizzativa in costante evoluzione. Gli istituti professionali del settore per l’industria e l’artigianato possono prevedere, nel piano dell’offerta formativa, attività e insegnamenti facoltativi di ulteriori lingue straniere nei limiti del contingente di organico loro assegnato o con l’utilizzo di risorse disponibili per il potenziamento dell’offerta formativa.

Alla fine del percorso di studio, gli studenti devono essere in grado di:
- riconoscere nell’evoluzione dei processi produttivi, le componenti scientifiche, economiche, tecnologiche e artistiche che li hanno determinati nel corso della storia, con riferimento sia ai diversi contesti locali e globali sia ai mutamenti delle condizioni di vita;
- utilizzare le tecnologie specifiche del settore e sapersi orientare nella normativa di riferimento;
- applicare le normative che disciplinano i processi produttivi, con riferimento alla riservatezza, alla sicurezza e salute sui luoghi di vita e di lavoro, alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente e del territorio;
- intervenire, per la parte di propria competenza e con l’utilizzo di strumenti tecnologici, nelle diverse fasi e livelli del processo dei servizi, per la produzione della documentazione richiesta e per l’esercizio del controllo di qualità;
- svolgere la propria attività operando in équipe, integrando le proprie competenze all’interno di un dato processo produttivo;
- riconoscere e applicare i principi dell’organizzazione, della gestione e del controllo dei diversi processi produttivi assicurando i livelli di qualità richiesti;
- riconoscere e valorizzare le componenti creative in relazione all’ideazione di processi e prodotti innovativi nell’ambito industriale e artigianale;
- comprendere le implicazioni etiche, sociali, scientifiche, produttive, economiche, ambientali dell’innovazione tecnologica e delle sue applicazioni industriali, artigianali e artistiche.

Il settore Industria e Artigianato si articola nei seguenti indirizzi:
- Produzioni industriali e artigianali - Articolazioni: "Industria” ed “Artigianato”;
- Manutenzione e assistenza tecnica

Ecco il quadro orario, deciso dal Ministero dell'Istruzione, di attività ed insegnamenti dell'area generale comuni ai due indirizzi del settore: