Isocrate: traduzione guidata dal "Panatenaico"

Di Redazione Studenti.

Un aiuto per imparare a interpretare i testi in greco: un esempio di traduzione per affrontare senza paura i vostri esercizi e i compiti in classe

SEGUI IL LIVE IN DIRETTA: SECONDA PROVA MATURITÀ 2016


TRADUZIONE DI ISOCRATE

Come si traduce Isocrate? Guida alla traduzione delle versioni di greco di Isocrate.

Legenda

 Proposizione principale
 Participio
 Congiunzione


Verbo = indicato con una sottolineatura
Soggetto =  indicato con doppia sottolineatura
Inizio di una nuova proposizione = viene indicato con  //

Il buon governo (Panatenaico, 132 - 133)
Isocrate - Panatenaico, 132-133


Tale brano è abbastanza complesso. Se infatti non si facesse un’attenta analisi del periodo non si noterebbe che a parte proposizione principale  non vi è nessuna proposizione principale fino alla fine del brano.
Questo vuol dire che dovremo sottoindere nei periodi successivi tale frase (io dico) che va a reggere i vari infiniti o participi.

Primo periodo


proposizione principale
Proposizione retta dalla principale. Il costrutto è quello dell’accusativo più infinito e in italiano corrisponde ad un’oggettiva.
le forme di governo

APPROFONDIMENTI DIDATTICI DI LETTERATURA GRECA click >>

Poiché il periodo successivo è un po’ complicato possiamo smontarlo in questo modo per visualizzare al meglio la struttura della frase.

Isocrate: traduzione guidata dal
1. Proposizione oggettiva coordinata alla subordinata oggettiva di I grado (accusativo + infinito)
2. Proposizione relativa introdotta da , relativo che indica quali sono i  di cui si parla successivamente

GRAMMATICA click >>

participio presente sostantivato, caso genitivo plurale. Dal verbo  che vuol dire "abitare": di quelli che abita
perfetto indicativo da , III persona plurale: sono soliti.  Tale verbo regge l’infinito , da  che con  vuol dire eleggere alle cariche
participio presente sostantivato, caso accusativo plurale, da  quelli che hanno intenzione, che regge l’infinito futuro  da  che si costruisce con il genitivo dirigere gli affari
 sono aggettivi neutri plurali con valore avverbiale
IMPORTANTE - Quando è possibile, evitiamo di tradurre il sostantivo con il generico "cosa", ma cerchiamo di attribuirgli un significato a seconda del contesto, aiutandoci con il dizionario.

Possiamo dunque tradurre questa frase:

Io allora dico che le forme di governo sono tre soltanto:oligarchia democrazia e monarchia e che di quelli che abitano in queste (forme di governo) , quelli che sono soliti eleggere alle cariche e alle azioni publiche i più capaci tra i cittadini e quelli che hanno intenzione di dirigere gli affari nel modo migliore e più giusto, questi (io dico), in qualsiasi forma di stato, governeranno bene sia negli affari interni che le relazioni con l’esterno.


Secondo periodo


Questo secondo periodo ha sempre sottointeso  che regge l’accusativo  + l’infinito 

Proposizione oggettiva (accusativo + infinito) dipendente da 

Participi presenti congiunti dativi plurali (da  ed  ) concordati con i dativi plurali retti dal verbo :  usare qno/qsa

ATTENZIONE - e non sono delle terze persone plurali dell'indicativo presente ma participi presenti dativi plurali!!!

infinito futuro passivo da
participio perfetto sostantivato da di quelli che governano
aggettivo da che insieme al verbo vuol dire essere pronto a; regge l'infinito
aggettivo indefinito da qualsivoglia, qualsiasi cosa
participio sostantivato da che ha il significato di ciò che è utile, il vantaggioso

Possiamo dunque tradurre questo periodo:

Ma (dico che) quelli che per queste cose usano le persone più insolenti e più depravate, che non pensano (frontizousin) per nulla a ciò che è utile per la città, ma che sono pronti a far subire qualsiasi cosa per la loro ingordigia, le città di questi (dico) saranno governati in maniera uguale alla depravazione di quelli che li comandano