Iscrizioni a scuola, attenzione alla tassa occulta

Di Chiara Casalin.

Scuola: spesso dietro alle tasse per l'iscrizione può nascondersi una tassa occulta. Ecco di cosa si tratta

ISCRIZIONI SCUOLA – Quando si parla di iscrizioni a scuola spesso sorgono dubbi sulle procedure e sulle tasse da pagare. Tra queste ultime, ad esempio, c’è proprio la tassa di iscrizione, che è un contributo di 6,04 euro che viene versato nel momento dell’iscrizione alla scuola superiore. Ci sono poi altre tasse che vengono richieste per l'iscrizione al quarto e al quinto anno delle superiori. A volte, però, alcune scuole aumentano l’importo delle tasse per effettuare l’iscrizione a scuola, chiedendo un contributo volontario che dovrebbe servire ad aumentare il piano dell’offerta formativa delle scuole (attività didattiche, discipline e attività aggiuntive, ecc.). Questa tassa, che non è obbligatoria, nasconde però spesso anche un altro scopo: quello di pagare le spese per la manutenzione delle scuole (detersivi, pulizie, acquisto del materiale scolastico, carta igienica, ecc.). che gli istituti non riescono più ad affrontare perché i fondi messi a disposizione dalle provincie sono diminuiti.

Focus: Tasse scolastiche: la guida

ISCRIZIONI SCUOLA, TASSE – Di fatto, secondo quanto afferma Orizzonte Scuola, questo fa sì che all’interno della tassa d’iscrizione si nasconda una sorta di “tassa occulta” usata per pagare spese di manutenzione che in realtà le famiglie hanno già pagato versando altri contributi.
Insomma, in questo modo le famiglie pagherebbero due volte per la stessa cosa.
Per sapere di più su quali tasse scolastiche sono obbligatorie e quali no non perdete la nostra guida: Tasse scolastiche: quali sono e quando non devi pagarle.