Il lavoro interinale: cos'è?

Di Manuela Boggi.

Lavoro interinale? E che è??? Ve lo spieghiamo senza troppe parole

Che cos'è il lavoro interinale?
Si tratta di una forma di lavoro non contemplata fino al 1997 nel nostro ordinamento, ma diffusa invece nel resto dell'Unione europea. I tedeschi lo chiamano «leasing di manodopera», mentre francesi e spagnoli lo definiscono «lavoro in affitto». Viene infatti prevista la possibilità per le imprese di «affittare» dipendenti a tempo determinato, reclutandoli da agenzie specializzate iscritte ad un albo.

Quando è possibile fare lavoro interinale?
In tutti i casi previsti dai Contratti collettivi nazionali di lavoro: per sostituzioni temporanee di qualifiche non presenti in Azienda, come nel caso di un nuovo lavoro o di una commessa eccezionale; o per sostituzione di lavoratore assente

Quando è vietato ricorrervi?
Sono escluse solo alcune qualifiche di basso contenuto professionale. E' vietato per lavori che richiedono sorveglianza medica speciale, per sostituzione di personale in sciopero, in unità produttive interessate da licenziamenti collettivi negli ultimi 12 mesi, in aziende che abbiano fatto ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni, nel caso in cui un' azienda non abbia provveduto alla valutazione del rischio (D.L. 626/94).

Sono anche vietati alcuni lavori pericolosi e nocivi: recupero, demolizione, costruzione, manipolazione di materie esplodenti e lavori che possono esporre ad agenti cancerogeni quali: aminato, cloruro di vinile monomero, 2-naftilamina, radiazioni ionizzanti..

Tra chi viene stipulato il contratto?
I
l contratto interinale presuppone il rapporto tra 3 soggetti: una azienda fornitrice (l'agenzia di lavoro interinale) ; il lavoratore o lavoratrice; un'azienda utilizzatrice. Piccolo ma scontato particolare: l'agenzia di lavoro interinale si prende una percentuale del vostro stipendio.. Il contratto deve avvenire in forma scritta.

Diritti del lavoratore
Il lavoratore ha diritto a un trattamento economico e normativo non inferiore a quello cui hanno diritto i dipendenti di pari livello dell'impresa utilizzatrice. Verranno anche corrisposti i benefici previsti dai contratti di impresa. Il lavoratore temporaneo, durante il servizio in un'impresa, ha gli stessi diritti sindacali del lavoratore interno e partecipa quindi alle assemblee sindacali retribuite che vi si tengono.
Il contratto collettivo delle imprese interinali prevede anche i termini del diritto di riunione dei lavoratori temporanei nell'impresa fornitrice. E' salvo il diritto per il lavoratore di accettare l'assunzione da parte dell'impresa utilizzatrice, dopo la scadenza del contratto di fornitura di lavoro temporaneo. L'impresa utilizzatrice risponde in solido dell'obbligo di retribuzione e di contribuzione non adempiuti dall'azienda fornitrice.

Doveri del lavoratore
Dovrà rispondere sotto il profilo direttivo all'impresa utilizzatrice. Sotto il profilo disciplinare è invece sottoposto al potere dell'impresa fornitrice. In caso di licenziamento o sospensione del rapporto di lavoro temporaneo, l'impresa utilizzatrice potrà richiedere l'invio temporaneo di un altro dipendente.