Insegnare italiano all’estero: il bando del Miur per il 2017/2018

Di Francesca Ferrandi.

Vuoi insegnare italiano all'estero? Ecco il bando del Miur per diventare assistente di lingua italiana all'estero nell'anno scolastico 2017-2018

INSEGNARE ITALIANO ALL'ESTERO NELL'ANNO SCOLASTICO 2017/2018

Insegnare italiano all'estero: il bando del Miur
Insegnare italiano all'estero: il bando del Miur — Fonte: istock

Come ogni anno, il Miur ha pubblicato il bando per permettere a coloro che possiedono una laurea, conseguita in Italia, di insegnare italiano all’estero. Si tratta di un’offerta davvero allettante per diversi motivi: diventare assistente di lingua italiana all’estero permette infatti, da una parte, di vivere un’esperienza formativa in un’altra città europea, incrementando così le proprie conoscenze di un idioma straniero, dall’altra di crescere anche a livello lavorativo, arricchendo il proprio curriculum. Insomma: un’occasione da non perdere. Se vuoi saperne di più sul bando del Miur per insegnare italiano all’estero, continua a leggere: ti daremo tutte le informazioni necessarie. Affrettati: le domande dovranno pervenire entro e non oltre il 4 marzo 2017.

INSEGNARE ITALIANO ALL’ESTERO: IL BANDO DEL MIUR

Il bando del Miur per insegnare italiano all’estero prevede 7 diverse mete europee:

  • Austria
  • Belgio (lingua francese)
  • Francia
  • Germania
  • Irlanda
  • Regno Unito
  • Spagna

I posti disponibili per ciascuna meta sarà reso noto dai Paesi partner durante quest’anno. Alcune cose, però, le sappiamo per certo: l’anno scolastico in cui i vincitori del bando eserciteranno la professione di assistente di lingua italiano all’estero, affiancando i docenti di lingua italiana in servizio nelle istituzioni scolastiche del Paese di destinazione, sarà il 2017/2018. La durata del lavoro sarà di circa 8 mesi. Nello specifico, a coloro che vinceranno il bando del Miur per insegnare italiano all’estero verrà richiesto un impegno della durata di 12 ore settimanali, a fronte del quale verrà corrisposto un compenso variabile a seconda del Paese di destinazione.

DIVENTARE ASSISTENTE DI LINGUA ITALIANA ALL’ESTERO: I REQUISITI

La domanda sorgerà spontanea: chiunque può insegnare italiano all’estero? Ovviamente no. Il bando pubblicato dal Miur per diventare assistente di lingua italiana all’estero di rivolge esclusivamente ai cittadini italiani che possiedono i seguenti requisiti:

  • Non aver compiuto il 30° anno di età
  • Non essere già stato assistente di lingua italiana all’estero su incarico del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca
  • Essere libero da impegni relativi agli obblighi militari per il periodo settembre 2017 – maggio 2018
  • Non essere legato da alcun rapporto di impiego o di lavoro con amministrazioni pubbliche nel periodo settembre 2017 – maggio 2018
  • Non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti
  • Essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego
  • Aver conseguito dal l ° gennaio 2016 un diploma di laurea specialistica/magistrale (tra quelli indicati nella tabella 1 del Bando del Miur per insegnare italiano all’estero)
  • Aver sostenuto almeno due esami relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica del Paese per il quale si presenta la domanda; e almeno due esami relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica italiana.

Questi i requisiti necessari per diventare assistente di lingua italiana all’estero. Per saperne di più, qui trovi il Bando del Miur relativo all’insegnamento dell’italiano all’estero per l’anno scolastico 2017/2018.