Il voto alla maturità diventa segreto

Di Redazione Studenti.

Da quest'anno sui tabelloni con l'esito degli esami della maturità non sarà più riportato il voto finale ma solo la dicitura "Esito positivo" o "Esito negativo"

Da quest'anno il voto della maturità sarà segreto. Non ci sarà più la pubblicazione dei quadri per sscoprire il voto ottenuto. O meglio: i quadri saranno pubblicati ma solo con la dicitura "Esito positivo" o "Esito negativo".
La privacy ha colpito anche il voto della maturità e non sarà più possibile fare i confronti sui voti ottenuti con i propri compagni di classe. Ogni studente per scoprire con quale voto ha terminato il suo percorso di studi dovrà infatti rivolgersi alla segreteria della scuola e già si prevedono file molto lunghe di studenti e genitori per scoprire il voto ottenuto.

La direttiva era stata emanata dall'ex ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni, nello scorso marzo. L'ordinanza ministeriale numero 90 prevedeva infatti che alla fine degli esami di maturità fossero pubblicati i risultati soltanto con l'esito finale "Diplomato" (con eventuale lode) o "Non diplomato".
L'attuale ministro, Mariastella Gelmini, ha ripreso questa direttiva modificando semplicemente la dicitura che apparirà sui tabelloni.
Soltanto coloro che avranno ricevuto il massimo dei voti con lode, potranno sapere subito il risultato ottenuto (la lode infatti deve essere menzionata).
Tutti gli altri dovranno recarsi in segreteria per avere accesso alla propria scheda personale e ai registri d'esame dove sarà riportato il voto finale.