Guida al lavoro part time

Di Andrea Maggiolo.

Tutto quello che bisogna sapere sui contratti di lavoro a tempo parziale

Caratteristiche principali
Il part-time si configura come un rapporto di lavoro stabile , non precario, che permette di soddisfare le esigenze di flessibilità delle imprese da una parte e di avere orari ridotti e conciliabili alle proprie esigenze familgiari dall'altra.
Il contratto di lavoro part-time è sempre un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato .

Tipi di lavoro parziale
Il rapporto a tempo parziale può essere orizzontale quando la riduzione d'orario è riferita al normale orario giornaliero e verticale quando la prestazione è svolta a tempo pieno ma per periodi predeterminati nella settimana, nel mese e nell'anno. Si dice misto quando il rapporto di lavoro a tempo parziale è articolato combinando le modalità orizzontale e verticale.

Diritti del part-timers
Il lavoratore part-time non deve essere discriminato rispetto al lavoratore a tempo pieno per quanto riguarda il trattamento economico e normativo. Ha diritto alla sua stessa retribuzione anche se la retribuzione, l'importo dei trattamenti economici per malattia, infortunio e maternità vengono calcolati in maniera proporzionale al numero di ore lavorate. Ha inoltre diritto allo stesso trattamento normativo dei lavoratori assunti a tempo pieno sotto tutti gli aspetti quali la durata del periodo di ferie annuali, la durata del congedo di maternità e del congedo parentale, il trattamento della malattia e infortunio ecc.

Novità del decreto 279/2003
Il D.lgs 276/2003 ha inserito nuove clausule di flessibilità nella precedente diciplina, per la gestione dell'orario di lavoro e minori vincoli per la richiesta di prestazione di lavoro supplementare, lavoro straordinario e per la stipulazione di clausole flessibili o elastiche.