Graduatoria medicina 2013: iniziano i ricorsi dovuti al bonus

Di Valeria Roscioni.

Non sono entrata per colpa del bonus maturità. Ecco la storia di Elena

Con la pubblicazione della graduatoria dei test d’ingresso e il primo scorrimento arrivano i primi ricorsi. Era solo una questione di tempo, e ora ci siamo: l’annullamento in corsa del bonus maturità ha infatti penalizzato ben più di uno studente desideroso di entrare in una facoltà a numero chiuso, e adesso le aspiranti matricole stanno cominciando a farsi sentire.

Tra le prime voci a protestare c’è quella di Elena che ha scritto al CorriereDellaSera.it per raccontare la sua storia e dare maggiore visibilità al ricorso che intende intentare perché è stata proprio la marcia indietro del Ministro Carrozza in merito al bonus a precluderle l’ingresso a medicina togliendole ben 10 punti che, stando alle sue parole, le avrebbero “fatto comodo” anche se gliene sarebbero bastati anche solo tre.

La rabbia e la frustrazione si mescolano nelle parole di Elena che racconta:

“Sono sempre stata la migliore della classe sperando di realizzare il mio sogno. Arriva il 4 settembre 2012 faccio il test di Medicina, esco piangendo, qualcosa non aveva funzionato e sono rimasta fuori. Pensavo di non valere più nulla. Nel frattempo mi sono iscritta a biotecnologie, faccio gli esami che mi servono, prendo 30! Mi sono detta: allora questo anno andrà meglio! Esce il bando con il test fissato al 23 luglio, un bando che mi garantisce 10 punti bonus! Mi sentivo di avere le carte in mano per vincere contro il test. […]Arriva un maledetto giorno di giugno che sposta la data del test a settembre! Inaccettabile! Ma cosa ancora più grave mi vengono tolti i 10 punti! Mi impegno ancora di più nello studio, perciò frequento altri corsi, dopo notti insonni arriva il 9 settembre 2013 faccio il test esco confusa ma libera perché finalmente mi ero tolta un peso enorme che portavo sulle spalle da ben 370 giorni! Appena scopro che avevano eliminato il bonus non volevo crederci, mi sono sentita presa in giro”

La delusione, però, non viaggia di pari passo alla rassegnazione: “Voglio studiare, credo di meritarmelo e di averne diritto! Con la speranza di far valere i miei diritti farò ricorso al Tar”.

GRADUATORIE TEST NUMERO CHIUSO: ARRIVA IL PRIMO SCORRIMENTO

Tu cosa ne pensi? Elena ha ragione?