GLOSSARIO DI RAGIONERIA

Di Micaela Bonito.

Termini di ragioneria che iniziano per la lettera "c".



-A- B - C - D - E - F

- C -

Cambiale: Titolo di credito all'ordine, che conferisce al legittimo possessore il diritto incondizionato di farsi pagare da una determinata persona, una certa somma, ad una scadenza indicata. Si distingue in: "pagherò" o "vaglia cambiario", in cui l'emittente promette direttamente di pagare ad un altro soggetto (beneficiario); "tratta", in cui l'ordine di pagare viene dato dal traente ad un terzo verso di lui obbligato (trattario) a favore del beneficiario. Si denomina "cambiale in bianco" quella che manca di uno o più requisiti (scadenza, importo, nome del beneficiario) ma che risulta bollata e con la firma dell'emittente. Deve essere riempita entro tre anni dall'emissione.

Canali di distribuzione: Sono così chiamati i percorsi che i beni compiono per essere trasferiti dai magazzini dei produttori agli acquirenti finali.

Capacità produttiva: Il numero massimo di unità di prodotto che può essere realizzato in un determinato periodo di tempo.

Capitale: Questo termine assume dei significati diversi a seconda del contesto di riferimento.

· Circolante: insieme dei beni che possono essere trasformati in denaro entro l'anno. Si tratta di merci in magazzino e destinate alla vendita, di crediti verso la clientela da riscuotere, di titoli prontamente vendibili e di disponibilità liquide. Si contrappone alle immobilizzazioni.
· Di credito: capitale ottenuto dall'azienda a titolo di prestito da banche o da altre aziende ed anche a mezzo dilazioni di pagamento da parte dei fornitori. Si denomina anche capitale esterno ed è diverso dal capitale di rischio.
· Di rischio: capitale conferito dal titolare (nel caso di azienda individuale) o dai soci (nel caso di azienda societaria). Viene investito nell'azienda senza limiti di tempo, in quanto non c'è una data per la sua restituzione ed è remunerato in base al risultato economico conseguito.
· Netto: complesso delle attività di un singolo o di un'azienda al netto delle sue passività.
· Permanente: è dato dalla somma delle passività a lungo termine e del capitale netto.
· Sociale: rappresenta il valore nominale del versamento dei soci in sede di costituzione della società o in sede di successivi aumenti (apporti) di capitale; sommando tale importo al sovrapprezzo azioni si ottiene il capitale versato.

<Indietro - Avanti >